Le Bermude sono un insieme di 300 isole di origine corallina situate al largo dello stato del North Carolina, nell’Oceano Atlantico.

Le Isole Bermude sono un territorio britannico d’oltremare da più di quattrocento anni. L’influenza inglese è molto evidente nell’architettura e nella cultura dell’arcipelago, anche se sono molto importanti anche gli influssi derivanti dai rapporti commerciali con gli Stati Uniti.

Il primo insediamento britannico alle Isole Bermude fu Saint George, dove gli inglesi arrivarono nel 1612 e che fu la capitale dell’intero arcipelago fino al 1815, quando fu spostata ad Hamilton.

L’Isola conserva ancora praticamente intatto il suo fascino inglese, e, forse, è uno dei luoghi più belli di tutto l’arcipelago.

La cittadina si sviluppa intorno a Kings Squares, la piazza principale, in cui è ancora possibile l’atmosfera dell’epoca coloniale, grazie alla Town Hall, il palazzo del Comune, sulla cui facciata è visibile lo Stock, il ceppo sul quale venivano legati coloro che non rispettavano le regole per essere esposti alla pubblica umiliazione.

Verso nord ci si imbatte nella Old States House, l’edificio più antico di tutte le Bermuda, e l’Old Rectory, la canonica, il primo edificio dell’arcipelago ad aver avuto il tetto in pietra.

A Saint George c’è anche una delle spiagge più belle dell’arcipelago, la Tobacco Bay, la migliore per le immersioni e lo snorkeling.