Il Senegal è uno dei paesi dell’Africa Occidentale che richiama più turisti ogni anno, sia per le attrattive naturali che per quella artistiche.

Il Senegal, infatti, è una regione verde e rigogliosa che spicca in modo particolare tra i deserti che la circondano.

La sua capitale è la città di Dakar, una città cosmopolita e moderna che non ha nulla da invidiare alle sue corrispettive europee o americane, ma che ormai ha, in qualche modo, perso le sue connotazioni originarie.

Per entrare nel vivo della cultura e della storia del Senegal si può visitare la città di Saint Louis, testimonianza viva e attenta della colonizzazione che questo paese ha subito.

La città è divisa tra terraferma e isola collegate dal Pont Faidherbe. L’isola è il luogo in cui si insediarono i colonizzatori e che conserva ancora la sua architettura originaria, mentre sulla parte della terraferma sorgono i cosiddetti quartieri africani, che sono anche la zona più viva e movimentata di Saint Louis.

Dal tetto del palazzo postale è possibile avere una vista spettacolare su tutta la città e sul ponte che collega le due parti e sul Guet N’Dar, il cimitero musulmano dove vengono ancora sepolti i pescatori insieme alle loro reti da pesca.

Una meta che forse non fa parte dei tradizionali tour in questo paese, ma che lascia un ricordo indelebile nel turista.