Tempo fa vi ho raccontato parte del nostro recente weekend in Toscana, durante il quale abbiamo visitato la meravigliosa Casole d’Elsa: oggi voglio parlarvi anche della nostra visita a San Gimignano.
Dire che questo borgo medievale è stupendo, è dire poco: la città è stata dichiarata Patrimonio Culturale e Naturale Mondiale dell’UNESCO.
La storia di San Gimignano è molto antica, le sue origini risalgono agli etruschi che la abitarono già dal III secolo a.C.
La cittadina è dominata da tante torri medievali, se ne contano ben 14 (anche se originariamente erano 72): noi abbiamo visitato le due torri degli Ardinghelli, in piazza della Cisterna, dove si trova anche la torre del Diavolo. La piazza è veramente suggestiva, il suo nome deriva dal pozzo ottagonale posto al suo centro; vicino c’è la Piazza del Duomo dove si ergono due torri dette Gemelle e la Torre Grossa, la più alta di San Gimignano.
Splendida la Chiesa Collegiata, in stile romanico toscano: al suo interno sono custodite pregevoli opere tra cui il Giudizio Universale di Taddeo di Bartolo.
Passeggiare in questa meravigliosa città è come ritrovarsi nel passato, sono tantissimi i turisti che ogni anno vengono a visitarla per scoprire questo affascinante angolo di medioevo. Infatti, le uniche note dolenti della nostra gita a San Gimignano sono state la folla di turisti che si trova ad ogni angolo delle strette vie, e i parcheggi lontani, tra l’altro a pagamento. Se volete visitare questa affascinante cittadina, mettetevi un paio di scarpe comode, perchè c’è un saliscendi abbastanza impegnativo (e noi l’abbiamo fatto con un passeggino gemellare… n.d.r.)!

photo credit: archer10 (Dennis) via photopin cc