Città situata nella comunità autonoma dei Paesi Baschi, nella Spagna nord-orientale, San Sebastian è il capoluogo della provincia di Guipúzcoa, parte della comunità autonoma del Paese Basco. Situata sul mar Cantabrico, alla foce del fiume Urumea, a circa 20 km dal confine con la Francia, San Sebastian offre a tutti i suoi turisti un pittoresco lungomare formato dalle rinomate spiagge di Ondarreta, Zurriola e La Concha, zone che rendono la città una popolare località turistica.

Cosa vedere a San Sebastian

Una delle mete culturali e storiche che richiamano ogni anno più turisti è la cattedrale del Buon Pastore, cattedrale cattolica e sede della diocesi di San Sebastián. Inizialmente semplice parrocchia dalla diocesi di Vitoria, la chiesa del Buon Pastore è stata elevata a cattedrale della nuova diocesi di San Sebastián contestualmente alla creazione della diocesi, avvenuta il 1º luglio 1950 con la pubblicazione della bolla “Quo commodius” di papa Pio XII. Tra le altre bellezze che fanno parte dell’architettura religiosa della città spiccano le chiede di San Vicente, del XVI secolo, quella di San Sebastian el antiquo, del XIX secolo, e quella di San Ignacio, del 1897. Interessante è anche il Castillo de la Mota sul monte Urgull, celebri resti di un castello, in origine fortificazione dell’XI secolo, ampliata e modificata nei secoli XVII e XVIII.

Molto rinomata a livello turistico è anche la famosa Plaza de Gipuzkoa, con il Palacio de la Deputacion del 1885, costruita negli anni dal 1867 al 1882 e impreziosita da un romantico giardino con uno stagno, un ponte e un tempietto. Importante è anche il centro storico di San Sebastian, pittoresco complesso di strette vie rettilinee con caffè tipici e piazzette la cui strada principale è la calle Mayor con il Teatro principal del 1847 e la chiesa di Santa Maria gotica. La più interessante piazza di San Sebastian è, però, Plaza de la Constitucion, costruita nel 1827 e contornata da case con portici e lunghe balconate numerate che servivano per assistere alle feste e alle corride che si svolgevano nella piazza.

La città di San Sebastian è però anche fornita di alcuni importanti musei come il Museo Municipal de San Telmo, sistemato nell’antico convento domenicano del 1534-1551 di stile rinascimentale italiano che ospita collezioni archeologiche e lapidarie, etnologiche basche e geologiche, oltre a opere di illustri pittori spagnoli e italiani. Tra gli altri il museo conserva i Sepolcri di Alonso de Idiàquez e di Garcia de Olazàbal, opere del 1577 di Taddeo Carlone. Da segnalare sono anche il Museo historico militar sul monte Urgull, all’interno del castillo de la Mota, l’Aquarium e il Museo naval del Palacio del Mar del 1928.