Durante una vacanza in Sardegna, a Sassari, siamo andati a visitare lo splendido borgo di Castelsardo, inserito tra i borghi più belli d’Italia.
La sua storia è molto antica, già i romani avevano costruito all’epoca le loro abitazioni in prossimità dell’attuale porto turistico.
Il centro storico che abbiamo visitato in un assolato pomeriggio di giugno, è ricco di palazzi antichi, monumenti e chiese stupende.
Di rilevanza la Concattedrale di Sant’Antonio Abate posizionata a picco sul mare, una posizione davvero panoramica. L’architettura della chiesa fonde elementi di classicismo rinascimentale e di gotico catalano, ma ciò da cui si viene più attratti è l’alta torre campanaria, coperta da un cupolino in maiolica.
Particolarmente suggestiva è stata la visita alla Roccia dell’Elefante, un enorme masso color ruggine che ha proprio la forma di un elefante. Questa grande roccia apparteneva al monte Castellazzu, ma si staccò rotolando a valle assumendo questa originale forma.
In gita a Castelsardo abbiamo visitato anche il Ponte levatoio, il bellissimo palazzo dei Doria e il nuraghe Paddaju, costruzione megalitica del II millennio a.C.
Abbiamo concluso la gita passeggiando sulla vicina spiaggia di Castelsardo dove abbiamo ammirato un romantico tramonto sul mare.

photo credit: maryaben via photopin cc