Singapore è la città-stato più cosmopolita dal mondo. Situata nel sud della Malesia, dalla quale è separata dallo Stretto di Johor, è uno dei centri finanziari più importanti del mondo e la sua popolazione è costituita, per un percentuale che sfiora la metà, da persone che arrivano qui in cerca di lavoro.

Una città che ha fatto del commercio, della finanza e del turismo le colonne portanti di una fiorente economia, che ne ha fatto la città più densamente popolato al mondo e con la maggior concentrazione di miliardari.

Una facciata moderna e futuristica, in cui l’uomo ha piegato la natura per soddisfare le sue esigenze, come all’Isola di Sentosa, dove si è tentato di ricreare l’atmosfera e i luoghi di un’isola tropicale, a pochi passi dalla metropoli.

Anche la natura più selvaggia ha trovato il suo spazio: nello “Zoo” di Singapore sono ospitate oltre 4000 specie diverse di animali che vivono in semilibertà, che si può visitare anche di notte, per provare il brivido della giungla durante l’oscurità.

Dietro le costruzioni e le stranezze moderne, però, Singapore, nasconde anche una grande ricchezza artistica e storica: per capire la grande tradizione dell’isola basterà visitare il Buddha Tooth Relic Temple, in cui si dice sia conservato un dente del Buddha e dove si può anche assistere a delle celebrazioni dei monaci, o il Sri Mariamman Temple, il più antico tempio della città, situato nel cuore di Chinatown.