Tra i pochi che ancora possono permettersi una vacanza in questo periodo di crisi ci sono i single.

Non avendo spese extra per il mantenimento dei figli e prenotando solo per una persona, possono permettersi, nonostante la crisi, di viaggiare di più e più spesso.

La meta preferita? Qualunque essa sia, l’importante è poter fare delle esperienze all’insegna dell’avventura. Secondo Speed Vacanze, tour operator che si occupa dell’organizzazione di vacanze per cuori solitari, la metà dei single preferisce le vacanze a tinte forti.

L’attività più gettonata è il rafting, una sfida alle rapide dei fiumi italiani, primo fra tutti il Nera in Umbria, che permette un’esperienza adrenalinica a contatto con la natura selvaggia.

Subito dopo, i single amano i week end survivor. Una tre giorni di sopravvivenza in cui chi partecipa si sottopone a diverse prove che ricalcano i corsi di addestramento dei marines americani. Al terzo posto della classifica si piazzano gli amanti dell’alta quota: il 13% dei single sceglie di buttarsi con il paracadute.

Da notare una differenziazione tra donne e uomini: le prime sembrano preferire attività più tranquille, come le passeggiate a cavallo, per godersi la natura e rilassarsi; gli uomini, invece, scelgono l’off road, un’esperienza che mette alla prova il coraggio e la capacità di reazione dei partecipanti.