L’agenzia britannica Oz-bus, nome divertente e già molto significativo dei servizi al che offre al viaggiatore, ha recentemente ideato una tratta davvero singolare, non tanto per i punti di partenza e di arrivo – che sono Londra e Sidney – quanto nella modalità proposta per affrontare il viaggio, perché vede quasi totalmente escluso l’aereo come mezzo di trasporto.

Si aggira intorno alle settemila sterline, il costo da sostenere per il lungo viaggio che durerà più di novanta giorni, ma che comporterà al turista non tanto il fatto di raggiungere la meta, quanto di quello di aver veramente vissuto il viaggio.

Vedrà proprio tutto, il ricco viaggiatore che potrà dedicare, ad esempio, ben undici giorni al primo segmento di tratta -e cioè da Londra ad Istanbul passando per il centro Europa e i paesi dell’est – previsto per raggiungere l’Australia.

Ma in effetti non si può quantificare la durata di un viaggio senza prima averne stabilito la qualità, questo è quello che pensa Eddy Cattaneo che ha pubblicato con Feltrinelli un libro che parla proprio del viaggio via terra.

Per lui, che ha intrapreso più di un tour del genere – a cui però da l’appellativo di “missione” avendolo affrontato senza l’organizzazione di una compagnia turistica alle spalle – il tempo che si impiega dipende da quante volte ci si ferma, nell’intenzione di visitare i luoghi lungo l’itinerario.