Vivere a pieno una città come Firenze, significa assaporarne il nettare della sua arte. Solo una passeggiata dal Lungarno fino a Santa Maria Novella, passando per piazza della Signoria e Duomo (Santa Maria in Fiore), dà il senso di quanta arte e bellezza sia presente in una sola città.

Ma vivere a pieno significa anche poter soggiornare “dentro” l’arte, vivere la storia. Grazie a Windows on Italy ho avuto il piacere di soggiornare in un palazzo Mediceo del XVI secolo. Non potevo sperare in miglior alloggio, nel cuore dell’Oltrarno ad un passo da Santo Spirito. Di fronte a me, solo lo Skyline delle antiche botteghe fiorentine interrotte da Ponte e Palazzo Vecchio, riflessi nell’Arno.

Fin dall’ingresso nel palazzo si percepiscono i caratteri antichi, grazie alle colonne con capitelli corinzi che adornano il piccole cortile da cui si accede alla rampa di scale per i piani superiori, o allo spettacolare ascensore in vetro di forma trapezoidale che elegantemente si inserisce nel costruito: lo stretto rapporto tra il moderno e l’antico, che domina tutto il palazzo. L’antica struttura è composta da tre piani fuori terra; ed è proprio al piano terzo dove soggiornerò.

L’appartamento Tiepolo, questo il suo nome, si presenta come un openspace molto elegante e curato in tutti i dettagli, con tetto a vista scandito dalla struttura portante in legno e la copertura in laterizio: vero contatto con il costruito all’interno dell’appartamento. Senza dubbio un’ottima scelta lasciare a vista la struttura così ben conservata. L’antico è ovunque e garantisco che è emozionante il contatto con una antica vera dimora medicea. L’appartamento si compone di un angolo cottura con cucina completa di ogni cosa, un divano con due posti letto, servizi igienici, e separato da una mezza parete, un ulteriore spazio con letto matrimoniale. Direi un alloggio completo per un comodo soggiorno. Unica pecca forse in tutta questa eleganza e fruibilità degli spazi, l’accesso al bagno attraverso il superamento di 3 gradini.

I pavimenti sono su tutta la superficie in parquet, e rimandano ad un tono classico che si sposa con l’eleganza dei tessuti viola che dominano gli arredi: cuscini, poltrona, fino agli imbotti delle sedie, sono tutti concepiti in tinta viola, eleganti e ben accostati al legno della struttura del tetto e del pavimento. Completano l’arredo, mobili antichi e le lampade che illuminano in maniera diffusa e puntuale l’appartamento in ogni angolo, a seconda della necessità.

Un’esperienza da vivere, quella di soggiornare in un appartamento dentro un antico palazzo fiorentino, che solo il viverci potrà spiegare a fondo quanto possa emozionare.