Vieste è una bellissima città italiana, con una popolazione di circa 14.000 abitanti, della provincia di Foggia, nella regione della Puglia. E’ una città fra le più visitate e più belle della regione, vera e propria destinazione balneare, che è anche stata insignita della Bandiera Blu dalla Foundation for Environmental Education. Vieste fa anche del bellissimo Parco Nazionale del Gargano, e anche della Comunità Montana del Gargano.

Vieste è stata sede vescovile fra il 993 ed il 1817. E’ una città molto bella da visitare, con tante costruzioni che meritano una visita, come anche tante altre città pugliesi; le attrazioni principali sono la Basilica Cattedrale romanica ed il suo bel Castello, che furono sotto il protettorato di Federico II di Svevia. La sua cattedrale si trova in una zona molto alta di Vieste, ed è circondata da diversi edifici che sono un pò meno alti; molto bello il suo campanile che è stata progettato in stile barocco, ricostruito anche in seguito ad un crollo avvenuto nel 1772.
Molto bello è il suo centro storico, e sicuramente qui è da non perdere una visita alla “Chianca amara”, ovvero la pietra del sangue e delle lacrime: qui nel 1554, furono decapitati circa cinquemila viestani per opera del pirata turco Dragut Rais.
Fra le attrazioni principali c’è sicuramente il castello, una grande costruzione sorta per volere degli Svevi, che domina dall’alto la città, con la sua mole imponente. E’ una costruzione che si contraddistingue dai suoi edifici e da un bel paesaggio circostante da un colore bruno, e si sviluppa su uno strapiombo sulle rocce calcaree che guardano il mare. Tutto il complesso ha una forma triangolare, dove le sue tre punte sono state rinforzate da dei caratteristici bastioni a punta. E’ stato più volte danneggiato nelle tante incursioni veneziane e anche durante la prima guerra mondiale. Vicino al castello, c’è la Porta ad Alt, che è caratteristica per il suo arco acuto, e che ha sempre costituito l’ingresso principale della città.

Un’altra attrazione della città, è un monolite alto quasi 25 metri conosciuto come Pizzomunno, che è considerato il simbolo di Vieste, dove tra l’altro sono anche legate diverse leggende. Ci sono anche i trabucchi, che sono delle antiche installazioni da pesca, che sono uno degli elementi storici che caratterizzano questea zona garganica a differenza di altre zone della Puglia.
Vieste è anche sempre stata il punto di riferimento per la partenza e l’arrivo alle Isole Tremiti, che si trovano a nord della costa. Da visitare anche la necropoli paleocristiana La Salata, che si trova ad est di Vieste, ed è una fra le più antiche e caratteristiche di tutto il bacino mediterraneo. Qui vicino si trova anche Il santuario di Santa Maria di Merino, che merita una visita.
Ci sono anche delle belle grotte, per gli amanti delle escursioni e delle immersioni, come la grotta sfondata, la grotta dei due Occhi, la grotta Rotonda, quella dei Pipistrelli, la grotta del Serpente, la grotta Viola e la grotta Smeralda.
A Vieste si mangia anche molto bene; fra i piatti più caratteristici si possono ricordare le melanzane ripiene, con la zuppa di pesce, i k’lustr ovvero dei dolci natalizi che vengono fritti e ricoperti da miele e mandorle, la marmellata di ceci, i troccoli con i taralli al finocchio. Molto buone sono anche le verdure e gli ortaggi.