Cosa visitare a Iasi? Iaşi è un comune della Romania, capoluogo del distretto omonimo e capitale della regione della Moldavia romena, e bisogna dire che la Romania è molto più bella di quanto uno si posso aspettare. Ha una popolazione di circa 350.000 abitanti e dopo Bucarest, è la seconda città più popolata della nazione. La città si trova a Nord-Est della Romania, ed è cresciuta sulle sponde del fiume Bahlui, che è un affluente del fiume Jijiat, che si trova a sua volta vicino al Prut, che è un importante fiume che segna il confine fra la Romania e la Repubblica di Moldavia, confine che si trova a circa 20 km dal centro della città di Iaşi. Iaşi era anche conosciuta come la città dalle sette colline, che negli ultimi anni sono diventate nove: Cetăţuia, Tătăraşi Galata, Copou-Aurora, Bucium-Păun, Şorogari, Ciric, Repedea e Bârnova.

Questa città è anche sede di cinque università: l’Università Alexandru Ioan Cuza la più antica della Romania fondata nel 1860, l’Università Tecnica “Gheorghe Asachi”, l’Università di Agronomia e Veterinaria “Ion Ionescu de la Brad”, l’Università di Medicina e Farmacia “Grigore T. Popa” e l’Accademia delle Belle Arti “George Enescu”.

Cosa visitare a Iasi: dai musei ai locali tipici

Iasi è una città piacevole da visitare; ci sono tanti musei che sono ospitati in edifici molto belli dal punto di vista artistico-architettonico, come per esempio il “Palazzo della Cultura” che raccoglie quattro musei ed una biblioteca. In piazza Eminescu, è presente la Biblioteca universitaria centrale che possiede circa 3 milioni di libri di cui molto sono libri rari, dedicata a Mihai Eminescu il più grande poeta romeno. Da visitare anche La cattedrale Trei Ierarhi.

La cucina di questa città si contraddistingue per una cucina dai sapori decisi e speziati. I prodotti di questa cucina bisogna dire che sono molto genuini, dove si mangiano tanti ortaggi, e anche piatti di carne che vengono spesso cotte alla griglia. Dolce tipico è il “Kozonak”, con uvetta. Molto buoni sono anche i vini, anche se sono meno noti di quelli dei Paesi limitrofi.

In città ci si muove tranquillamente in macchina che si può noleggiare anche in aeroporto. C’è anche una fitta rete di autobus che forniscono un servizio efficiente, e collegano le parti principali della città.

Iasi ha clima fortemente continentale dove gli inverni sono molto freddi con temperature minime che toccano anche i -25 °C, a causa delle masse di aria fredda che sono provenienti dalle pianure orientali, ed estati molto calde che superano abbondantemente i 30 °C. il periodo migliore per visitare la città va da marzo a giugno.

La vita notturna è abbastanza piacevoli con diversi locali, tra cui pub, birrerie, discoteche e locali dove si suona la musica dal vivo.

Da Milano non ci sono voli diretti. Il modo più veloce per arrivare in questa città, è partire con la wizzair da milano, si arrivi a cluj napoca, e da li si prende il treno fino a Iasi.