Capri rappresenta una bellissima isola nel golfo di Napoli, che si trova di fronte alla penisola sorrentina.
L’isola di Capri rispetto alle vicine Ischia e Procida, è di origine carsica. Anni fa era unita alla Penisola Sorrentina, e successivamente è stata sommersa in una parte dal mare, e quindi separata dalla terraferma, nella parte in cui oggi si trova lo stretto di Bocca Piccola.
Una delle caratteristiche principali di Capri, è dovuta alla costa frastagliata, con tante grotte e cale che si susseguono a ripide scogliere. Le grotte, vennero utilizzate anche in epoca romana come ninfei delle belissime ville che sono state costruite durante l’Impero. Fra le più famose è senz’altro la Grotta Azzurra, dove delle bellissime combinazioni di colori, sono anche descritti da molti scrittori e poeti.

Altra caratteristica di Capri, che rappresenta una dei simboli di questa località, sono i famosi Faraglioni, ovvero tre piccoli isolotti rocciosi, che sono ad una breve distanza dalla riva, che creano degli effetti spettacolari scenografici e paesaggistici; sono conosciuti come il faraglione Stella per quello che è attaccato alla terraferma, Faraglione di Mezzo e Faraglione di Fuori, che è per quello più distante dall’isola.
Per gli amanti delgi animali, sullisola vivono diverse specie animali e vegetali, alcune anche molto rare, fra cui lucertola azzurra, che vive sui Faraglioni. La vegetazione di Capri è tipicamente mediterranea, con una prevalenza di agavi, fichi d’India e anche bellissime ginestre.

Una delle principali attrazioni di Capri è Piazza Umberto I, conosciuta meglio come la Piazzetta di Capri, considerato un luogo magico! Tanti anni fa in questa piazzetta si tenevano tanti mercati, quello del pesce e della frutta, ma nell’anno 1938 un giovane del posto aprì il primo bar, dove sistemò alcuni tavolini con delle sedie. Questo è stato il momento in cui la piazzetta è diventata il centro mondano di Capri, dove nel corso degli anni, è stata soprannominata come il salotto del mondo.
In questa piazzetta ci sono ora degli storici bar, in cui ci si siede per fare colazione, bere un aperitivo dopo aver passato una belle giornata in spiaggia o chiacchierare con gli amici. In questa piazzetta c’è anche il piccolo chiosco dell’edicola, il Comune di Capri, e l’ufficio dei vigili urbani.
Facendo le scale che partono dalla piazza, è possibile raggiungere la più importante chiesa di Capri, che è stata costruita nel XVII secolo, ed il Museo Cerio ospitato all’interno di un antico palazzo del trecento.
Il più caratteristico elemento architettonico di questa piazzetta è la Torre dell’Orologio, il campanile dell’ex Cattedrale di Santo Stefano, che risale al XVII secolo.

Ci sono anche delle belle spiagge, come la baia di Marina Piccola, che è il posto idelae se si vuole fare un bel bagno con vista sui Faraglioni, e che si trova a pochi minuti dalla piazzetta. Si può essere raggiungere in autobus, taxi o anche a piedi.
C’è anche Marina Grande che è il borgo marinaro dell’Isola di Capri, e soprattutto il punto di sbarco per i collegamenti marittimi tra Capri e le altre località del Golfo di Napoli.

Per arrivare a Capri si arriva via mare, con traghetti ed aliscafi che partono da Napoli e Sorrento. In estate si può arrivare anche da Positano, Salerno, Ischia ed Amalfi. Durante l’anno per buona parte dei mesi, non è possibile portare l’auto a Capri: per sbarcare in auto è permesso solo nei primi giorni di novembre ed a Pasqua.