Se avete deciso di visitare l’ Umbria non fatevi sfuggire una sosta nella cittadina di Spello, perché è considerato uno tra i borghi antichi più interessanti a livello nazionale.

La località, insieme alle sue bellezze naturalistiche, presenta una notevole concentrazione del patrimonio artistico di tutta l’Italia centrale.

All’interno delle mura dell’antico centro di Hispellum, si possono ammirare il teatro, i ruderi di un anfiteatro di epoca romana, la Consolare, il tempio dedicato alla divinità dell’amore e della bellezza e la Urbica.

Procedendo attraverso la Consolare, si giungerà a santa Maria maggiore, una struttura ecclesiastica costruita nel periodo medioevale, all’ interno della quale, sulla sinistra, si può accedere alla cappella voluta dalla famiglia Baglioni, che ha aperto le porte ai visitatori in occasione della rassegna organizzata sul Pinturicchio.

Il resto della mostra ha sede nella vicina città di Perugia, ma le volte affrescate della cappella sita in S. Maria maggiore, nelle vicinanze di Spello, offrono uno sguardo sul pittore più autentico.

Ma nella chiesa oltre alle testimonianze riportate su questo artista, si possono contemplare la preziosa pavimentazione cinquecentesca in ceramica Deruta, il ciborio di rocco da Vicenza, il coro di legno della stessa epoca, e le raffigurazioni del pittore Pietro Vannucci detto il Perugino.