Booking.com ha annunciato di aver raggiunto un importante traguardo, quello di cinque milioni di unità in case, appartamenti e altre strutture in cui soggiornare. Il numero di unità di alloggi alternativi è cresciuto del 27% rispetto allo scorso anno e con un ritmo più veloce rispetto alle tipologie di strutture tradizionali come hotel, motel e resort. Nel 2018 – in base ad una ricerca condotta proprio da Booking – nel 2018 il 30% delle persone preferirà soggiornare in appartamento, residence o aparthotel. Una persona su cinque, ovvero il 21% degli intervistati, ha dichiarato di voler mettere in affitto la propria casa su un sito di alloggi turistici per il prossimo anno.

Queste le parole di Olivier Gremillon, vice presidente di Booking.com per la divisione case e appartamenti:

Sappiamo che i viaggiatori amano fare nuove esperienze soggiornando in posti unici, dagli appartamenti alle case galleggianti. Abbiamo dato il massimo per aggiungere quanti più appartamenti e case possibile in modo da garantire ai nostri ospiti il massimo della scelta e varietà. Siamo davvero fieri di questo traguardo, e continueremo a lavorare in questa direzione per permettere ai nostri clienti di trovare l’alloggio ideale, che si adatti perfettamente all’esperienza che intendono fare in viaggio.

Insomma una vera e propria “moda” che ormai spopola in tutto il mondo.