La Thailandia confina con Myanmar (ex Birmania), Malaysia, Laos e Cambogia. La costa orientale si affaccia sul Golfo di Thailandia, mentre quella occidentale è bagnata dal Mare delle Andamane.

Un quarto della Thailandia è coperto di foresta monsonica o pluviale; si trova un’incredibile varietà di alberi da frutta, bambù, latifoglie tropicali. Ci sono più di 850 specie di uccelli, permanenti o migratori, e un sempre minor numero di tigri, leopardi, elefanti e orsi bruni asiatici. I 66 parchi nazionali e le 32 aree protette costituiscono l’11% del territorio.
Fra i paesi del Sud-est Asiatico, la Thailandia è quello che conserva più evidenti tracce del passato storico e artistico e offre al turista antiche rovine, templi, città abbandonate. I vacanzieri godranno delle paradisiache spiagge e delle isole incantate – ammesso che riescano a tenersi alla larga dai circuiti degli alberghi delle multinazionali. Chi è attratto dalle grandi città, troverà in Bangkok un delizioso esempio di metropoli caotica e inquinata, ma piena di energia e di tesori culturali.

La cucina thailandese è piccante e saporita e fa largo uso di aglio, peperoncino e di un caratteristico miscuglio di succo di limone, citronella e coriandolo fresco. Altri ingredienti comuni sono: radice di galanga, basilico, arachidi tritate, succo di tamarindo, zenzero e latte di cocco. Molti piatti sono a base di salsa di pesce o di crema di gamberetti e, ovviamente, di riso. Tra le specialità principali, ricordiamo la zuppa di pesce piccante, curry rosso e verde, zuppe varie e tagliolini. A ogni piatto si aggiungono condimenti e salse. Per gli spuntini si trovano arachidi fritte, pollo, zenzero a cubetti, peperoni, fette di limetta. Ci sono molte varietà di frutta fresca e di succhi di frutta. Le principali bevande locali sono il succo di canna da zucchero e il whisky di riso

PHUKET
Phuket, l’isola più grande della Thailandia, è diventata nel mondo una delle destinazioni preferite per le vacanze. Questa “Perla delle Andamane”, sogno degli antichi navigatori, fu scoperta dagli Arabi e dagli Indiani tra l’880 e il 916 d.C.
La morfologia di Phuket è molto varia e le sue ampie dimensioni hanno favorito lo sviluppo di microclimi in diverse zone.La zona interna è ricca di campi di riso, piantagioni di caucciù, noci di cocco, cacao, ananas, accanto a ciò che rimane della foresta pluviale.
Agli amanti del mare può sembrare solo un’isola formata da un’infinita catena di magnifiche baie con spiagge e palme da dove la vista spazia fino alle piccole isole sparpagliate nel mare, ma Phuket è anche storia e ospitalità meravigliosa.
L’isola offre la possibilità di misurarsi in una moltitudine e di interessanti attività: trekking con elefanti, escursioni nell’arcipelago delle vicine isole di Phi Phi, Racha, Coral Island, Phang Nga, ecc. Ma anche bungee jumping e ogni sport d’acqua immaginabile.

Clima & Spiagge

Phuket ha un clima tropicale di monsoni, con temperature elevate tutto l’anno ed i mesi di aprile e maggio sono i più caldi, mentre i mesi di settembre ed ottobre sono i più bagnati.Dove alloggiare

L’intera isola è orientata alla felicità e alla soddisfazione dei visitatori, dai bungalows economici inseriti in giardini di palme che costituiscono un’alternativa meno costosa ma non per questo meno bella (anzi), ai lussuosi alberghi ed ai complessi residenziali;

Le spiagge,tutte bellissime: Karon Beach, Kata Noi Beach, Surin Beach, Kata Mai Beach, Nai Harn Beach, Kamala Beach, Patong Beach, Laemsing Beach, Mai Kao Beach, Nai Yang Beach.
Una tra le migliori e tranquille, dove è stata anche girata qualche scena del film “The beach” con Leonardo Di Caprio, è la spiaggia di Kata Beach: situata dientro un promontorio a sud di Karon e divisa in due, Kata Yai (Grande Baia) e Kata Noi (Piccola Baia), Kata è una spiaggia interessante. La piccola isola di Ko Pu è a breve distanza a nuoto dalla spiaggia e lungo il percorso ci sono belle barriere coralline.

Il paese è suddiviso in quattro regioni: le fertili pianure centrali del fiume Chao Phraya; il povero altopiano del nord est; la fertile valle e le montagne del nord; la penisola meridionale, coperta di foresta pluviale. La vetta più alta, 2596 m, è il Doi Inthanon nella provincia di Ciang Mai.