Torino è una città elegante da un punto di vista architettonico e ricchissima di piazze, monumenti e chiese che contengono inestimabili tesori della cultura italiana e egiziana, essendoci nel capoluogo piemontese il museo Egizio più grande del mondo dopo quello de Il Cairo. Le cose da vedere sono quindi innumerevoli, in questa breve guida aiuteremo il lettore ad orientarsi tra le attrazioni principali.

Da non perdere assolutamente è Piazza San Carlo, cuore della vita culturale e politica della città, con i caffè storici San Carlo e caffè Torino. Nella piazza c’è anche il monumento equestre a Emanuele Filiberto, il ‘Caval d’Brons’ . A Porta Pila c’è invece il mercato all’aperto più grande d’Europa, occasione ghiotta e sicuramente da non lasciarsi sfuggire per tutti gli amanti dello shopping.

Da non perdere se si visita Torino è anche la Mole Antonelliana, simbolo del capoluogo piemontese, costruita seguendo il progetto di Alessandro Antonelli che l’aveva ideata come Sinagoga. In cima alla cupola si può ammirare la più bella vista di Torino dall’alto, circa 85 metri (per maggiori info su Torino cliccate qui).

Piazza Castello è invece considerata il cuore pulsante e culturale della città, ubicata in un complesso monumentale che l’abbraccia completamente. Progettata nel 1584 ha una superficie di 40000 metri quadrati è circondata da tre monumentali portici. Al centro della Piazza si erige Palazzo Madama, costruito su un antico castello medievale che a sua volta si erigeva su una costruzione romana.

Sempre nella Piazza Castello si trovano il Palazzo Reale, il Teatro Regio, il Palazzo della Giunta Regionale, della Prefettura, delle Segreterie, l’Armeria e la Biblioteca Reale. Il Palazzo Relae fu edificato per volere di Cristina di Francia e fu la residenza dei Savoia per tre secoli.

Fiore all’occhiello di Torino è poi il Museo Egizio, con una delle collezioni più importanti del mondo, seconda solo a quella conservata in Egitto nella capitale Il Cairo. Tra le opere di maggior spicco si possono annoverare la Mensa Isiaca, la tela dipinta di Gebelein, la tomba intatta di Kha e Merit, il tempio rupestre di Ellesjia, e i rilievi di Zoser (per info sui monumenti di Torino cliccate qui).

photo credit: Ferruccio Berti via photopin cc