Terra dai meravigliosi paesaggi, del buon vino e dell’eccellente cibo italiano, la Toscana è ogni anno una delle mete preferite dagli italiani per vivere un viaggio alla scoperta di sapori, tradizioni e panorami da togliere il fiato. Le splendide città della regione custodiscono patrimoni culturali d’eccezione e tutto intorno le vaste valli offrono delle splendide location per godersi in tutta tranquillità le meraviglie che la Toscana ha da offrire.

Organizzare un viaggio in Toscana non è difficile proprio perché non mancano i monumenti, le architetture, i musei e gli indimenticabili paesaggi. Grazie alla funzionalità del trasporto pubblico gestito dalla Regione Toscana sarà infatti possibile sfruttare tutti i mezzi a disposizione per potersi muovere in tutta tranquillità tra i confini della zona. Ecco alcune piccole indicazioni e una breve guida turistica agli itinerari in Toscana per organizzare al meglio una gita di pochi giorni o un viaggio di una settimana, alla scoperta delle meraviglie della regione.

Itinerari in Toscana: ecco dove andare

Firenze

Il capoluogo della Toscana è la meta più ambita da milioni di viaggiatori che ogni anno si recano nella splendida città di Firenze per ammirare le bellezze architettoniche della metropoli toscana. Tra le mete più famose ricordiamo Piazza della Signoria, la Galleria degli Uffizi, Santa Maria del Fiore, il Campanile di Giotto e la Basilica di Santa Maria Novella.

Pisa

Tra i monumenti più importanti della città va annoverata la celebre piazza del Duomo, detta Piazza dei Miracoli, dichiarata patrimonio dell’umanità, con la Cattedrale edificata in marmi bianchi e colorati, tra il 1063 e il 1118, in stile romanico pisano, con il portale in bronzo di san Ranieri, ad opera di Bonanno Pisano e il pulpito di Giovanni Pisano. Oltre alla celeberrima torre pendente di Pisa, campanile della cattedrale di Santa Maria Assunta, che rappresenta il monumento più famoso della città e divenuto simbolo della città e uno dei simboli d’Italia, sono tanti i palazzi custoditi tra le mura di Pisa come Casino dei Nobili, elegante palazzo signorile con loggiato situato in Piazza Garibaldi, Palazzo Agonigi da Scorno, situato in Via Santa Maria, Palazzo Agostini, conosciuto come Palazzo Rosso o Palazzo dell’Ussero, e Palazzo Arcivescovile, a due passi dalla Torre Pendente.

Lucca

Soprannominata la “città dalle 100 chiese”, Lucca è famosa per le architetture religiose situate in ogni angolo della città toscana. Prima tra tutte è il Duomo, caratterizzato dalla presenza della Cattedrale di San Martino dove sono custodite alcune opere d’arte come il monumento funebre a Ilaria del Carretto di Jacopo della Quercia e il Crocifisso Ligneo del Volto Santo. Tra le altre sono da segnalare La chiesa di San Francesco, ex luogo di culto cattolico situato nella piazza omonima, la chiesa di San Michele in Foro che si trova nell’omonima piazza della città, e la basilica di San Frediano, uno dei più antichi luogo di culto cattolico di Lucca, da cui si snoda la sera del 13 settembre la processione per la Santa Croce.

Siena

La città di Siena è universalmente conosciuta per il suo ingente patrimonio storico, artistico, paesaggistico e per la sua sostanziale unità stilistica dell’arredo urbano medievale, nonché per il celebre Palio. Il luogo più conosciuto della città è Piazza del Campo, uno dei luoghi simbolo di Lucca attorno al quale si snodano le principali attrazioni di Siena. Oltre al Duomo dove si potranno ammirare le meraviglie del Battistero di San Giovanni e la Chiesa della Santissima Annunziata, tra le architetture più famose della città sono da segnalare il Palazzo Comunale e la Torre del Mangia, entrambi situati in Piazza del Campo, e la Cattedrale di Santa Maria Assunta, uno degli esempi più notevoli di chiesa in stile romanico-gotico italiano.

Colline del Chianti

Le Colline del Chianti sono una breve catena montuosa che si estende per circa 20 km a cavallo fra le province di Firenze, Siena e Arezzo che segnano il confine orientale della regione del Chianti con il Valdarno e la val di Chiana. La vetta più alta è quella di Monte San Michele nel comune di Greve in Chianti in provincia di Firenze. Tra i luoghi più famosi da visitare di questa splendida porzione di Toscana spicca Castellina in Chianti, comune della provincia di Siena in cui sarà possibile ammirare  la Chiesa di San Salvatore, edificio è di origine medievale ma con strutture moderne in stile neoromanico, e la Chiesa di San Giorgio. Tra le altre tappe da inserire nell’itinerario delle Colline del Chianti ci sono anche Greve in Chianti, Panzano in Chianti, Radda in Chianti e Gaiola in Chianti.

Porto Santo Stefano

Rinomata località turistica sulla costa settentrionale dell’Argentario, Porto Santo Stefano è un attivo centro commerciale, peschereccio e balneare che si affaccia su una baia dominata dalla Fortezza Spagnola e insieme a Porto Ercole costituisce uno dei due abitati maggiori che formano il comune. Porto Santo Stefano in particolare si divide tra due porti, quello vecchio e quello del Valle dove approdano le imbarcazioni di diporto e da dove partono i collegamenti con le isole dell’Arcipelago Toscano. Tra le attrazioni più rinomate spiccano la Fortezza Spagnola, costruita tra la fine del XVI e gli inizi del XVII secolo con l’entrata di Porto Santo Stefano nello Stato dei Presidi, allo scopo di difendere la costa e il paese e respingere attacchi e incursioni nemiche provenienti dal mare, e la Chiesa di Santo Stefano, moderna chiesa parrocchiale del paese, ricostruita nel secondo dopoguerra dopo che l’antica chiesa settecentesca venne fatta saltare dalle truppe tedesche il 7 giugno 1944.

Val D’Orcia

Ampia valle situata in Toscana, nella provincia di Siena ed in parte in quella di Grosseto, la Val D’Orcia è attraversata dal fiume Orcia ed è caratterizzata da stupendi panorami paesaggistici e da svariati centri di origine medievale, due dei quali molto noti come Pienza e Montalcino. Questa parte di terra toscana è conosciuta per via di alcuni simboli indelebili come il cipresso, albero caratteristico della zona, dai cibi e dai vini tipici, i Pici, dai salumi di Cinta senese, dal Pecorino di Pienza e dal celebre Brunello di Montalcino. La valle è anche un importante parco, naturale, artistico e culturale riconosciuto patrimonio mondiale dell’Umanità dall’UNESCO per lo stato di conservazione eccellente del panorama.