Una delle mete più indicate per concedersi una vacanza con tutta la famiglia è il Trentino Alto Adige, regione italiana autonoma a statuto speciale situata nell’Italia nord-orientale. Molte delle strutture ricettive dell’Alto Adige offrono infatti la possibilità di trascorrere un weekend, una settimana o 15 giorni negli alberghi situati nelle zone più suggestive della regione, spesso vicine alle piste da sci o nei parchi dedicata ai più piccoli. Sono tanti anche gli hotel che offrono la possibilità di far divertire i piccoli viaggiatori con apposite attività d’animazione e servizi pensati proprio per i bambini, in modo da rendere le vacanze un’esperienza indimenticabile anche per i più piccoli. Ecco alcune attività per bambini in Trentino Alto Adige.

Trentino Alto Adige per bambini: tutte le attività adatte ai più piccoli

Si sa, i bambini amano in primis il contatto con la natura e gli animali e proprio in Trentino Alto Adige hanno sede alcuni parchi faunistici ed attività da svolgere con gli animali, ideali per tutta la famiglia. Tra i tanti spicca il Parco naturale Fanes-Senes-Braies, una delle aree protette più grande dell’Alto Adige nel bel mezzo delle Dolomiti. Alcune delle aree del parco sono composte da ampi boschi misti di conifere con radure o con prati a larice, gli habitat ideali per il capriolo e il cervo, mentre all’imbrunire escono allo scoperto anche la volpe, il tasso, la faina e la martora. A San Vigilio di Marebbe è stato edificato un centro visite del parco naturale, ad accesso libero, che raccoglie in un suggestivo edificio in legno, informazioni e curiosità del parco, all’interno del quale sono collocati anche diversi rifugi alpini. Importanti sono anche le lunghe camminate che si possono effettuare insieme a tutta la famiglia nelle zone più conosciute della regione. Una delle escursioni più adatte ai bambini è il “Sentiero didattico sul castagno”, un’attività che si svolge nel cuore del paese di Foiana, sopra Lana, volta a scoprire i castagneti coltivati esclusivamente secondo i metodi della tradizione, spiegando in 10 stazioni l’importanza storico-culturale dell’albero di castagno per Lana e i suoi dintorni. Un’altra interessante gita da vivere con i propri figli è la visita ai Giardini di Castel Trauttmansdorff, un ampio orto botanico che mostra piante di ogni parte del mondo, ma anche repliche di paesaggi altoatesini. Il giardino, aperto dal 1º aprile al 15 novembre, comprende giardini terrazzati e acquatici e raccoglie il “Giardino dei Sensi”, il “Giardino Giapponese”, la “collina dei cactus”, quella delle “succulente” e il “Giardino del Sud”. Un’attrazione divertente per grandi e piccini è anche il “flipper turistico” più grande del mondo, spesso chiamato “gioco dell’Alto Adige” che consiste in un’escursione divertente attraverso i luoghi comuni sull’Alto Adige. Sono proprio i partecipanti a guidare una pallina lungo alcuni scenari mobili che permetterà di vedere e conoscere meglio tutti i luoghi più importanti e suggestivi della regione.