Nata storicamente come modesto villaggio situato all’ombra di Cartagine, Kairouan e Mahdia, Tunisi, capitale della Tunisia, si trova sulle rive di una laguna presso l’antica Cartagine, unita al Mar Mediterraneo da un canale navigabile di circa 10 km che la collega all’avamporto della Goletta. Capitale economica e commerciale della Tunisia, la città è costruita su una serie di colline che degradano verso il lago di Tunisi, ma con un ripido pendio in direzione opposta. Queste colline, cui corrispondo le zone di Notre-Dame de Tunis, Ras Tabia, La Rabta, La Kasbah, e Montfleury e Manoubia, hanno altitudini che non superano i 50 metri sul livello del mare. L’antica città di Cartagine si trova appena a nord di Tunisi, lungo la parte costiera.

Cosa vedere a Tunisi

Città dal clima tipicamente mediterraneo, caratterizzato da una stagione calda e secca e da una stagione fredda e piovosa, Tunisi è una di quelle metropoli che è bene visitare durante la stagione estiva in quanto l’inverno è la stagione più piovosa dell’anno, momento in cui cade più di un terzo della pioggia annuale.

Considerata già da tempi antichi un’importante e ricca città, Tunisi è una metropoli ricca di storia nel quale i suoi monumenti testimoniano il suo passato. Una delle zone più importanti della città è la Medina, fondata nel 698 intorno al nucleo originario della moschea al-Zaytuna, che si sviluppa urbanisticamente durante tutto medioevo, sia verso settentrione che meridione: questo sviluppo successivo ha di fatto creato una suddivisione della medina in tre parti, ovvero il cuore principale della medina e due periferie, Bab Souika a nord e Bab El Jazira a sud. Oggi la medina accoglie un decimo della popolazione di Tunisi e occupa un sesto della superficie urbanizzata dell’area urbana. All’inizio del XXI secolo, la medina rimane ancora uno tra questi tradizionali quartieri fra i meglio conservati del mondo arabo. Infatti, contrariamente alle medine diAlgeri, Palermo o Napoli, questo cuore storico di Tunisi non ha mai sofferto gli effetti di grandi catastrofi naturali e di interventi urbanistici radicali. È questa la ragione per cui, nel 1979, la medina di Tunisi è diventata patrimonio mondiale per l’UNESCO.

Altro importantissimo luogo da visitare è Cartagine, antica città, fiorente in età antica e oggi sobborgo di Tunisi. La città è collocata sul lato orientale del Lago di Tunisi. Secondo una leggenda romana, fu fondata nell’814 a.C. da coloni fenici provenienti da Tiro, guidati da Elissa. Divenne una grande e ricca città, molto influente nel Mediterraneo occidentale, fino a scontrarsi con Siracusa e Roma per l’egemonia sui mari. Ancor oggi Cartagine costituisce una popolare attrazione turistica che nel 1979 è stata inserita dall’UNESCO tra i Patrimoni dell’umanità e che con le sue rovine e la storia che ancora oggi conserva è una delle zone di Tunisi più visitata dai viaggiatori di tutto il mondo.