Denominata ufficialmente Repubblica d’Albania, la nazione è uno stato della Penisola balcanica, situata nel sud-est dell’Europa che confina a nord-ovest con il Montenegro, a nord-est con il Kosovo, a est con la Macedonia e a sud con la Grecia. Le coste dell’Albania si affacciano sul Mar Adriatico e sullo Ionio, le cui pianure occidentali si affacciano sul mare Adriatico, in particolare sul Canale d’Otranto. Nonostante il mare sia una delle attrazioni che richiamano il maggior numero di visitatori, specialmente nella stagione estiva, il turismo in Albania è sempre più sviluppato. Questa è una terra ricca di meravigliose città d’arte e cultura che custodiscono preziosi monumenti, piazze e musei visitabili durante un soggiorno nello splendido stato della Penisola Balcanica. Nella breve guida turistica che segue troverete informazioni e suggerimenti utili sulle città da vedere in Albania e i luoghi da non perdere.

Cosa vedere in Albania: le più belle città

Tra le città più importanti che hanno sede nella Repubblica d’Albania, Tirana, la capitale dello stato, è il luogo in cui è possibile visitare numerosi siti culturali e storici, situati soprattutto nel centro storico. Tra i più celebri spiccano il Castello di Tirana, dell’epoca bizantina-medievale, il Castello di Prezë, il Castello di Petrela, la Chiesa di Kroit, il Ponte dei Tabacchi, la Moschea Ethem Bey, il Campanile Torre dell’Orologio, la Cattedrale cattolica di San Paolo e la Cattedrale ortodossa della Resurrezione di Cristo, terminata nel 2012 e ricostruita dopo il suo abbattimento durante la dittatura comunista. Tirana, inoltre, è sede di 8 biblioteche pubbliche, di ben 5 musei e 56 monumenti culturali ed è caratterizzata dalla presenza dell’Università di Tirana, fondata nel 1957. Oltre a Tirana, una città particolarmente visitata dell’Albania è Durazzo, capoluogo della prefettura e del distretto omonimi, sede del porto principale della nazione che al momento serve sia per il trasporto delle persone e sia per il trasporto delle merci ed è uno dei luoghi più conosciuti e frequentati dai turisti. Oltre alle spiagge e al meraviglioso mare che costeggia la città, Durazzo è sede del più grande anfiteatro dell’Albania costruito nel I secolo a.C., per il quale l’Istituto dei Monumenti Culturali ha fatto domanda di ammissione all’UNESCO. Terza ma non meno importante è la città di Scutari, il cui monumento più importante è il castello situato sulla collina alle porte della città, il Rozafa, costruito nel IV secolo a.C.. La città di Scutari in generale presenta tappe diverse di costruzione, che vanno dal periodo illirico fino ai giorni nostri: la città vecchia è formata dai diversi quartieri intorno al Castello di Rozafa, arrivano fino al nord della città, con abitazioni costruite con le rovine delle mura illiriche, romano-bizantine e veneziane e con abitazioni storiche del periodo osmano. Altra importante meta turistica dell’Albania è la città di Elbasan, conosciuta principalmente per le acque termali con effetti curativi. Tanti sono gli edifici che giocano un ruolo importante nell’attività culturale della città come il Teatro Skampa, costruito nel 1978, la biblioteca, ricca di materiale per quel che riguarda il campo dell’albanologia, il Museo Aleksandër Xhuvan, il Museo etnografico, che conserva i beni archeologici delle tipiche abitazioni della città di Elbasan, il Museo Kostandin Kristoforidhi e importanti edifici religiosi come la chiesa ortodossa di Santa Maria, la moschea Mbret e la chiesa greco-cattolica albanese.