Viaggiare porta a scoprire non soltanto nuovi luoghi ma anche diversi sapori. Le tradizioni culinarie di un Paese possono svelare molto sulla sua storia, sulla sua evoluzione e sui suoi costumi.  Il turismo enogastronomico rappresenta non a caso un grosso sostegno per le economie locali, messe a dura prova dalla crisi del comparto industriale.  Ma quali sono i Paesi in cui si mangia meglio? La nota emittente televisiva americana CNN lo ha chiesto ai lettori sul suo portale. Dalle risposte è emersa una classifica dei 10 Paesi del mondo in cui si mangia meglio che sicuramente non rende onore alla cucina europea. La Francia e la Spagna non si sono infatti guadagnate neanche un posto nella top ten, mentre l’Italia è riuscita a entrare sul podio, meritandosi un terzo posto.

Ma vediamo la classifica completa dei Paesi in cui si mangia meglio stilata dalla CNN in base alle risposte dei suoi lettori:

  1. Taiwan: 8.242 voti;
  2. Filippine: 1.528 voti;
  3. Italia: 810 voti;
  4. Thailandia: 470 voti;
  5. Giappone: 443 voti;
  6. Malesia: 265 voti;
  7. Hong Kong: 236 voti;
  8. India: 205 voti;
  9. Grecia: 167 voti;
  10. Vietnam: 162 voti.

Taiwan ha conquistato il pubblico della CNN per la sua cucina semplice, caratterizzata da pasti frequenti e genuini e da una varietà di street food capace di accontentare ogni palato.

Le Filippine, al secondo posto, sono state premiate per i piatti a base di frutti di mare, gli arrosti speziati e i frutti tropicali.

L’Italia si è guadagnata il terzo posto per l’ampia offerta di prodotti tipici presente nelle varie regioni: dal Parmigiano Reggiano alla pizza napoletana; dalla pasta all’olio extravergine di oliva. Secondo la CNN nessuna località italiana delude i viaggiatori alla ricerca di sapori unici e genuini.

Turismo enogastronomico europeo fortemente penalizzato dalla CNN

La classifica dei Paesi in cui si mangia meglio stilata dalla CNN ha lasciato perplessi numerosi esperti di cucina perché ignora il turismo enogastronomico europeo, settore fiorente a dispetto della crisi. Il portale specializzato Agrodolce fa notare che nella top ten il nono posto della Grecia è discutibile, così come l’assenza della Spagna, famosa per il suo gazpacho, la paella e le tortillas. A suscitare ancora più scetticismo sono l’assenza dalla classifica della Francia e dei Paesi dell’America Latina.