La città principale della Repubblica Ceca, Praga, riflette nel suo aspetto (dagli edifici del centro storico, perfettamente conservati, all’urbanistica generale) i miti e le leggende che animarono l’immaginazione dei suoi abitanti.

Praga diede infatti i natali a una moltitudine di scrittori ed intellettuali che vissero la storia piuttosto movimentata di questa città, poiché, vista la sua posizione geografica, è stata esposta a numerosi conflitti bellici ed invasioni.

Ad ogni modo la leggenda vuole che la capitale della Repubblica Ceca fu fondata dalla principessa Libussa, a cui si deve il suo nome.

La principessa, infatti, la chiamò Prah, termine che significa “soglia” in seguito all’apparizione visionaria di una figura maschile che disegnava la porta d’ingresso della sua abitazione.

Praga è anche la città del dottor Faust, sulla cui presunta casa, situata al civico 40/41 di via Karlovo, secondo la leggenda popolare, sarebbe stato fatto un sortilegio malefico.

Pare che sulla copertura di essa ci sia un forellino dal quale il demonio, a cui Faust avrebbe venduto la sua anima in cambio della giovinezza eterna, lo avrebbe rapito.

Anche uno studente che vi risiedette scomparve misteriosamente.

Ad ogni modo di sicuro c’è solo la testimonianza che a quel civico visse il mago Edward Kelley.