Turismo responsabile e sostenibile è questa la nuova frontiera del travelling stando anche a quanto emerso nell’occasione della seconda edizione del WTE Salone Mondiale del Turismo tenutasi ad Assisi.

Che il turismo ecosostenibile e responsabile possa essere un vettore dirigenziale per il futuro prossimo del comparto è opinione condivisa da operatori, amministratori locali e formatori, intervenuti al forum organizzato da L’Agenzia di Viaggi in occasione del Premio Turismo Responsabile Italiano.

C’è dunque una svolta italiana in direzione del turismo responsabile che può spingere i tour operator e le agenzie di viaggi a proporre nuove soluzioni ai loro clienti.

A condividere la stessa visione c’è anche Margherita Bozzano, per anni assessore al Turismo e oggi docente alla IULM  che ha però sottolineato come eventi singoli non possono aiutare il settore che, come altri in questi anni, ha subito fortemente la crisi.

La proposta e l’augurio è invece quello di creare una continuità dei momenti di aggregazione e collaborazione tra soggetti pubblici e privati, che vada poi via via estendendosi anche a tutti gli altri ambiti utili al turismo.

Si pensa in questo caso alla rete di servizi per la mobilità e per l’ospitalità, nonché alle amministrazioni locali che potranno dare una mano così allo sviluppo del turismo responsabile.