Il giorno del proprio matrimonio, è forse uno dei giorni più speciali, nella vita di una persona, e il progetto di tutti i novellini sposi, è quello di renderlo il più indimenticabile possibile; fiori,ghirlande, orchestra, banchetti, velo ,riso,chiesa, altare si sa ormai rispecchiano lo stile classico del matrimonio all’italiana.
Sempre più frequente sta diventando però, sposarsi in posti non-tradizionali, e cosa c’è di meglio di un castello ?
Le migliori favole a lieto fine cominciano o finiscono sempre da un castello!

Ecco alcuni tra i castelli più belli dove unirsi in matrimonio:

Castello di Bellinzona
Tre castelli medioevali incastonati nell’arco alpino dichiarati patrimonio dell’Umanità dall’Unesco nel 2000. Vi sembra sufficiente come premessa?
La dimora risale al quattrocento ed è opera dei Visconti, duchi di Milano.
Il Castello Visconti di San Vito risale al IX secolo, è composto da un quadrilatero con tre castelli all’interno e una ricca collezione d’arte all’interno: affreschi seicenteschi attribuiti ai Procaccini e una bellissima Cappella dedicata alla Madonna. E’ aperto tutto l’anno, dispone di 7 saloni e tre meravigliosi cortili con porticati e riesce ad ospitare una lista di 400 invitati (follia!).

Castello di Grumello
Il Castello di Grumello sorge nel cuore della Valcalepio, la fascia collinare tra Bergamo e il lago d’Iseo. Risale all’anno mille e fu concepito come fortezza militare per la sua posizione strategica. In seguito fu trasformato in un osservatorio. Dispone di 5 bellissime sale e di una foresteria dove poter dormire dopo la festa!

Il Vittoriale
Per chi è alla ricerca di atmosfere sontuose e ricercate ma più recenti c’è la possibilità di festeggiare anche nel sottoteatro e nelle terrazze del Vittoriale, storica dimora di Gabriele D’annunzio.
Oltre alla casa dannunziana colma di oggetti artistici, cimeli, statue, tappeti e quadri il Vittoriale comprende un grande Anfiteatro, un hangar, giardini, parchi con fontane, terrazze e un lago artificiale.

Castello di Mazzè
Il castello si compone di due unità, la seconda parte – castello più piccolo – fu edificato in un secondo tempo.
Negli anni ’70 tutto l’edifico era ridotto a un rudere. Gli odierni proprietari, i Salino di Cavaglià, si fecero carico degli imponenti lavori di ristrutturazione. Personaggi illustri pernottarono tra queste mura, tra i quali: Francesco I re di Francia, Vittorio Emanuele II re d’Italia, Cavour, lo Zar Vicola II di Russia.
All’interno delle mura di questo monumento storico si trova il Museo degli Strumenti della Santa Inquisizione.
Per un ricevimento da sogno, il castello di Mazzè apre le sue porte agli sposi amanti delle favole a lieto fine.
Tra le vaste e capienti sale, la sala grande accomoda fino a 120 persone. Ma sullo stesso piano, altre cinque sale, collegate tra di loro, ospiteranno 250 invitati (posti a sedere).
Servizi offerti
Il rito sia civile che religioso potrà essere organizzato all’ombra dei merletti e sotto le torrette, oppure nel giardino o nei saloni interni.
Musica dal vivo e danze delizieranno il vostro banchetto. A questo proposito, è stata predisposta una sala insonorizzata, sita nel Cortile dell’Arancera.