Parigi è sempre Parigi, è la città dell’amore, un week end nella capitale francese è il sogno di tutti gli innamorati, una passeggiata lungo la Senna, un abbraccio sotto la Tour Effeil illuminata a giorno. Cosa c’è di meglio? Ma Parigi non è solo questo, è anche la patria dell shopping, una vera e propria tradizione di mercati di ogni tipo, dal robivecchi all’antiquariato vero e proprio, ed ancora fotografie d’epoca, sedie a dondolo, posate, chincaglierie varie. Va da sè che ci sia qualsiasi possibilità di fare acquisti di abbigliamento, c’è di tutto e di più, cappotti, scarpe, sciarpe, per non parlare degli accessori. Andare a Parigi a fare shopping arricchisce la mente, magari svuota il portafoglio, ma di sicuro porti a casa qualsiasi oggetto dei tuoi sogni.

Armati di valigia vuota, la prima tappa del week end a Parigi è Rue D’Alésia, due chilometri di spacci di Cacharel, Saint-Clair, Sonia Ryckiel, Daniel Hechter che vendono le collezioni dell’anno precedente con sconti che vanno dal 20 al 50 per cento. Poi l’affascinante Montparnasse, nel 14 Arrondissement, tra Place Victor-Basch e Rue Didot, si arriva in metropolitana, fermata Alesia station. Non vi aspettate il lusso dei negozi del centro città, molti negozietti non hanno neanche i camerini di prova, in compenso riuscirai a portare a casa qualcosa di molto interessante.

Sempre in metropolitana potrete arrivare a Les Puces de Paris Saint-Ouen, uno dei più grandi mercati d’Europa, il quarto luogo più visitato di Francia e il secondo di Parigi, una quantità infinita di botteghe di antiquari, rigattieri, ma anche bancarelle con abiti vintage o specializzati in jeans originali, orologi e giocattoli d’epoca, mobili e oggetti, ceramiche, libri. Molto caratteristiche le “friperie”, vale a dire negozietti vintage in cui si possono acquistare all’ingrosso o di seconda mano. Consiglilato in particolare Free’P'Star Friperie, 8 rue Sainte-Croix de la Bretonnerie, e Vintage Désir, 32 rue des Rosiers, un delizioso negozietto nel quartiere ebraico, molto trendy in cui si trovano ristoranti tipici kasher.

Imperdibile il mercato d’antiquariato Village Suisse, ai piedi della Torre Eiffel, uno dei più antichi mercati di Parigi, 150 artigiani e commercianti, si chiama così perchè sembra un tipico villaggio svizzero ed i negozi propongono proprio questo stile. Aperto il sabato e la domenica il mercato delle Pulci de Porte de Vanves, qui si trovano oggetti antichi e mobili, libri, orologi, vasi, bigiotteria o genere militare.

Parigi è anche arte, e al Marché de la Creation Paris Bastille, in boulevard Richard Lenoir, al sabato dalle 10 alle 17, fotografi, pittori, scultori, designers, ceramisti, orafi e incisori espongolo il meglio delle loro opere, si trovano anche gioielli vintage e vestiti. Una delle vie più caratteristiche della Parigi popolare è Rue Mouffetard, qui trovate ristorantini, piccoli negozi, chioschi e bancarelle. Per chi ama l’etnico non può non andare a Banlieue Goutte d’or, fermata Barbès-Rochechouart della metropolitana, mercato ricco di colori, sapori e profumo di altri mondi.