Lo scorso 9 novembre Booking ha lanciato il contest “Una Notte da Imperatore” a Castel Sant’Angelo e ad aggiudicarsi la vittoria è stato Alan Risolo, veterinario di Parma, da 5 anni trasferitosi a Roma. Insieme alla moglie, i due hanno trascorso una notte imperiale nell’antico Mausoleo di Adriano, godendosi un regalo irripetibile e bellissimo.

Castel Sant’Angelo è uno dei monumenti più famosi al mondo e il 26 novembre ha aperto le porte per questo evento organizzato da Booking.com in cui Alan e sua moglie, accompagnati da uno storico dell’arte, hanno visitato gli angoli più remoti del mausoleo come le prigioni, gli appartamenti papali e il mausoleo dell’Imperatore. Dopo questo tour alla scoperta di Castel Sant’Angelo i due ospiti hanno potuto gustare una cena incredibile con il menù della chef stellata Cristina Bowerman in uno dei punti panoramici del monumento. Dopo una notte trascorsa all’interno di Castel Sant’Angelo i due ospiti hanno potuto anche godere di una colazione memorabile nel “Giretto Coperto”, ossia l’antico camminamento di ronda che offre oggi una delle viste su Roma più belle di tutta la Capitale.

La Città Eterna e uno dei suoi luoghi più belli hanno così aperto le porte a questa coppia di cittadini che, come ha dichiarato Alan stesso, si considerano fortunatissimi: “Siamo entusiasti di aver vissuto questa incredibile esperienza! Negli ultimi anni, tra lavoro e bambini piccoli, abbiamo avuto poco tempo per viaggiare, una delle nostre più grandi passioni. Questa opportunità unica ci dà molto più di quanto avremmo mai potuto immaginare o desiderare“.

Questa è una delle iniziative di Booking che, più di ogni altra, simboleggia le esperienze di viaggio indimenticabili che si possono vivere nelle proprietà disponibili sul sito che sono oltre 1,5 milioni.

“Siamo orgogliosi di offrire ispirazione a tutti i viaggiatori che vogliono vivere veramente il mondo – afferma Andrea D’Amico, Senior Regional Director per l’Italia di Booking.com – Il fortunato vincitore di questa esperienza ha avuto la possibilità di ripercorrere le orme di chi nel corso di oltre 2.000 anni ha vissuto Castel Sant’Angelo. Così, vogliamo raccontare le tante opportunità di viaggio che siamo in grado di offrire ai nostri clienti”.