Il nuovo sondaggio firmato TripAdvisor rivela che gli italiani hanno una conoscenza diffusa e profonda delle possibilità offerte da Internet per il turismo. I 1.000 operatori intervistati credi di fondamentale importanza curare il marketing on line attraverso i social media e i profili a pagamento su siti di recensioni.

Gli intervistati dichiarano che i loro maggiori investimenti sono attualmente destinati a SEO, SEM e banner pubblicitari per il 41%, alle commissioni delle agenzie di viaggi online (28%) e alle agenzie di viaggio tradizionali (7%).

Il 69% degli albergatori intende investire in attività di marketing on-line come SEO, SEM e banner pubblicitari; il 27% potenzierebbe azioni di marketing sui social media; il 18% dedicherebbe il budget aggiuntivo per profili a pagamento su siti di recensioni scritte dagli utenti; il 15% potenzierebbe attività di marketing attraverso dispositivi mobili.

Il 30 % degli intervistati afferma che il proprio budget complessivo quest’anno è aumentato, mentre per il 48% è rimasto uguale all’anno scorso e solo per il 22% il budget è diminuito.

In merito ai social network (tipo Facebook per intenderci) il 30% degli intervistati li vede come uno strumento promozionale ideale per dare visibilità alle novità sulla struttura e il 17% per inviare informazioni di marketing. Occhio al mobile quindi perché sembra candidato ad essere il veicolo maggiore per le prenotazioni delle vacanze.