Se non hai scelto ancora dove trascorrere le tue prossime vacanze, il consiglio più vivo che si può dare ad un viaggiatore che non abbia ancora conosciuto l’isola di Cipro, sarà certamente quella di scoprire l’antica località di Limasson.

Posta a sud dell’isola, ed oggi, naturalmente insieme alla sua nazione, venuta a far parte, come repubblica indipendente, dell’Unione dei Paesi Europei, questa bellissima quanto turisticamente attrezzata zona di mare, presenta degli aspetti storici quanto meno intriganti, tanto che almeno una breve scorsa alle sue vicissitudini passate, sarà in grado di portarne alla luce l’aspetto certamente più affascinante ed oggi visivamente occultato dalla concentrazione di strutture alberghiere.

Tolto il fatto che i primi insediamenti sono stati testimoniati dal ritrovamento di reperti tombali precedenti alla nascita di Cristo, i documenti più importanti sull’origine della città cipriota, partono dalla romantica conquista di Riccardo Cuor di Leone.

Ci troviamo in età medioevale quando il sovrano britannico espugnò Limasson per liberare la sua futura consorte rimasta prigioniera della famiglia che dominava l’isola. In seguito il re dell’Inghilterra la consegnò ai Cavalieri Templari che a loro volta la rivendettero ad un feudatario.

Alla fine del XV secolo l’isola fu sotto il dominio veneziano ed alla fine del XVI secolo fino al 1800 passò nelle mani dei turchi, quindi tornò sotto l’egemonia britannica ed, infine, alle porte dei recenti anni “60 dichiarò la sua indipendenza.

Da questo momento, però, furono sancite alcune separazioni interne riguardanti la politica, l’amministrazione e l’etnia.

Se cipro è dunque oggi divisa culturalmente, Limasson fa parte dell’area greco ortodossa.