È impossibile parlare di Roma in poche parole. Ogni angolo, ogni monumento, ogni piazza o fontana narra la sua storia millenaria.

La Roma caput mundi, la Roma dei gladiatori, di Montecitorio e del Quirinale, ma anche la Roma romantica come quella che fece innamorare Audrey Hepburn con un semplice giro in Vespa di notte.

Per questo e altro ancora la Capitale d’Italia resta una meta bella come poche città al mondo.

Trastevere è forse il quartiere più caratteristico e noto anche all’estero, il cui stemma, la testa di un leone su sfondo rosso, riporta immediatamente alla sua storia. La tradizione vuole infatti che nel Campidoglio vivesse un leone in gabbia che venne soppresso quando dilaniò un ragazzo avvicinatosi imprudentemente.

Trastevere scelse quindi come propria effigie la testa dello storico leone, simbolo di maestà e potenza.

E’ il quartiere che meglio esprime la romanità della capitale, con le sue stradine ricoperte dai caratteristici sampietrini sulle quali si affacciano i balconcini delle case medievali incorniciati da fiori e piante rampicanti. Oggi è uno delle zone predilette dalla movida romana: di notte si popola di giovani che si danno appuntamento nella centrale Trilussa, per bere qualcosa insieme nei tanti pub che ne popolano gli stretti vicoli.