L’estate la passerò sulla luna. Potrebbe nel giro di qualche anno trattarsi di una affermazione facilmente rintracciabile nelle discussioni su dove passare le agognate ferie estive.

Viaggiare nello spazio è sin dalla notte dei tempi tra i sogni atavici dell’uomo, certo per poterla realizzare occorre  giusto quella rivoluzione copernicana dei giorni nostri.

Fino ad oggi il limite massimo di velocità raggiunto è di 61.500 km/h, quello del Voyager 1, il satellite lanciato il 5 settembre 1977 dalla NASA per lo studio dei pianeti giganti.

Ancora oggi si tratta dell’oggetto più distante dalla terra costruito dall’uomo, si stima che si trovi a circa 118 volte la distanza tra sole e terra.

Nulla ha mai superato quanto raggiunto da Voyager 1, almeno fino ad oggi, e si tratta ancora di una velocità irrisoria per poter sognare di partire per vacanze interstellari.

Secondo le stime più recenti per raggiungere Alfa Centauri, al satellite occorrerebbero approssimativamente 55.000 anni.

Si dovrà attendere ancora un po’ per vedere l’uomo solcare i cieli interstellari carico di bagagli.

Ma c’è chi pensa di girare video musicali sullo spazio, tanto per antipasto. Si tratta del gruppo musicale Muse, con il cantantante Matt Bellamy che ha dichiarato la propria intenzione di viaggiare tra i pianeti e incidere il video per una delle proprie canzoni.