Oltre ad essere una splendida regione ricca di siti culturali e di numerosi luoghi di interesse storico e artistico, la Valle d’Aosta è famosa in tutta Italia per i suoi castelli. I castelli in Valle d’Aosta sono particolarmente numerosi ed importanti e nel corso dei secoli hanno subito parecchie evoluzioni.

I primi castelli sorsero tra l’inizio dell’XI e il XII secolo, spesso su fortificazioni precedenti, ed erano costituiti da un torrione cinto da mura come, ad esempio, il castello di Graines, il castello di Cly e Châtel-Argent. Nel corso dei secoli successivi, invece, assusero funzioni residenziali come nel castello di Ussel e nel castello di Verrès.

I castelli della Valle d’Aosta

I castelli della Valle d’Aosta sono davvero tantissimi. Ecco i 10 castelli più importanti della regione che è possibile visitare.

  1. Castello Savoia: villa ottocentesca in stile eclettico situato a Gressoney-Saint-Jean, il castello fu costruito tra il 1899 e il 1904 su progetto dell’architetto Emilio Stramucci per volere della Regina Margherita che vi passò numerose villeggiature fino al 1925.
  2. Castello di Ussel: situato in cima ad un costone roccioso che domina il paese di Châtillon, in posizione tale da garantire il controllo dell’imbocco della Valtournenche e del fondovalle della Dora Baltea, il castello sorge sopra uno scoglio di serpentinite, separato dal resto della montagna dalla faglia ”Aosta-Ranzola” lavorata nel corso dei secoli dal ghiacciaio pleistocenico.
  3. Forte di Bard: complesso fortificato fatto riedificare nel XIX secolo da Casa Savoia sulla rocca che sovrasta il borgo di Bard, il forte è stato totalmente restaurato con interventi ispirati al design e al recupero conservativo.
  4. Castello di Verrès: è uno dei più famosi manieri medievali valdostani ed è stato costruito come fortezza militare da Ibleto di Challant nel XIV secolo. Fu uno dei primi esempi di castello monoblocco e si erge su un promontorio roccioso che domina l’abitato di Verrès e la strada della Val d’Ayas, dalla parte opposta della Dora Baltea rispetto al castello di Issogne, ed esternamente appare come un austero cubo di trenta metri di lato, praticamente privo di elementi decorativi.
  5. Castello Gamba: si trova su di un poggio nella parte occidentale della cittadina, in località Cret de Breil, nei pressi della scuola alberghiera regionale, ed è completamente circondato da un parco aperto al pubblico tutto l’anno. 
  6. Castello di Issogne: è uno dei più famosi castelli della Valle d’Aosta ed è situato nel capoluogo di Issogne, località La place, sulla destra idrografica della Dora Baltea, e appare come una dimora signorile rinascimentale, creando una sorta di contrasto con l’austero castello di Verrès che si trova quasi di fronte al lato opposto del fiume.
  7. Castello di Fénis: situato nell’omonimo comune, è uno dei più famosi manieri medievali della Valle d’Aosta, il Castello di Fénis è noto per la sua architettura scenografica, con la doppia cinta muraria merlata che racchiude l’edificio centrale e le numerose torri, il castello è una delle maggiori attrazioni turistiche della Valle. Il castello di Fénis è uno dei castelli medievali meglio conservati in Italia.
  8. Castello di Sarre: composto da un massiccio corpo longitudinale che sovrasta una collina con evidenti terrazzamenti a picco sull’autostrada A5 per il Monte Bianco, la struttura è caratterizzata da un’alta torre merlata a base rettangolare con finestre a crociera che si innalza al centro della struttura.
  9. Castello di Cly: maniero medievale valdostano che si trova nell’omonima frazione del comune di Saint-Denis, il Castello di Cly appartiene alla tipologia di castelli primitivi, costituiti da una torre centrale spesso a pianta quadrata circondata da un’ampia cinta muraria che racchiudeva anche altri edifici.
  10. Tour de l’Archet: situato nel comune di Morgex, il castello prende il nome dall’antica famiglia valdostana de l’Archet i quali erano originari di Aosta dove avevano adattato a loro residenza l’Arco d’Augusto, di epoca romana.