Quando si decide di fare un viaggio ad Amsterdam una delle tappe obbligate è la visita al Museo Van Gogh. Ma in questi giorni il museo cambierà casa: da Museumplein, infatti, si trasferirà all’Hermitage.

La sede storica del Museo Van Gogh rimarrà chiusa per lavori di restauro dal 29 settembre fino al maggio del prossimo anno.

Nella nuova casa dell’Hermitage sarà possibile comunque ammirare tutti i dipinti e le opere del maestro olandese che erano già visibili nel Museo – come Girasoli (1889), La camera da letto (1888), Ramo di mandorlo in fiore (1890) e I mangiatori di patate (1885) - con in più il valore aggiunto di una presentazione studiata per l’occasione, che si chiamerà Vincent. Il Van Gogh Museum nell’Hermitage Amsterdam - e un percorso artistico che condurrà i visitatori dalla vecchia alla nuova sede.

Molto interessante anche il percorso che la città ha organizzato per questo eventi speciale, con la collaborazione di Henk Schut, uno dei più grandi artisti olandesi contemporanei. Attraverso un filo rosso lungo 2,2 chilometri posto a cinque metri di altezza, il visitatore seguirà un percorso fatto di immagini virtuali, suoni e testi ispirati alla vita dell’artista che lo condurranno dalla sede storica fino all’Hermitage.

Ma non è finita: dal 13 gennaio sarà allestita anche la mostra Impressionismo: sensazione e ispirazione. I dipinti più amati  dell’Hermitage, in cui saranno esposte le opere di Van Goghe insieme a quelle di molti altri suoi contemporanei.