L’autorevole rivista di informazione Economist, anche per il 2011 ha promosso la città canadese di Vancouver come prima, nella graduatoria stilata tutti gli anni, che riporta lo stato di vivibilità delle metropoli a livello mondiale.

Il fatto che la terza città per importanza di tutto il Canada, abbia portato la “corona” per due anni di seguito, non stupisce, visto che le olimpiadi invernali che vi si sono svolte di recente, hanno contribuito ad apportare anche una certa “ricostruzione” dell’ habitat metropolitano.

In questo agglomerato urbano così esteso, è stato incrementato sia un rinnovamento dell’economica che la cura degli immensi spazi riservati al verde, presenti già da prima, grazie alle attività in cui si sono impegnate le istituzioni della città, per allestire i giochi olimpici.

Ma l’Economist ha preso in considerazione tutti i parametri stabiliti a priori per valutare positivamente un luogo, ed a Vancouver è stata riscontrato anche un andamento dell’economia stabile, come pure il suo impegno per la difesa della salute pubblica, quello profuso per le attività culturali ed ambientali, il dato per cui il livello di istruzione media della popolazione resta sempre alto, e quello che vede le infrastrutture cittadine favorire un tenore di vita più che buono.