Come ogni anno, durante il terzo fine settimana di luglio, Venezia si accende di luci e colori in occasione della festa del Redentore, una delle più antiche feste popolari della città. Si tratta dell’evento più amato e sentito dai veneziani che vede, che si ripete da 500 anni. 

Questo week end,  oltre 1700 barche hanno riempito il bacino di San Marco e i fuochi d’artificio, considerati tra i più belli del mondo, hanno illuminato la città veneta e i suoi monumenti celebri.

Per una notte Venezia ha così dimenticato i suoi problemi, come la bufera giudiziaria che ha portato all’arresto del sindaco Giorgio Orsoni per tangenti legate al sistema Mose e alla caduta dell’amministrazione comunale (leggi di più sulla vicenda). L’evento rischiava infatti di saltare, ma si è salvato grazie agli sforzi di tutti i cittadini.