Nonostante la crisi il settore dei viaggi di nozze non sembra conoscere flessioni. Si risparmia su tutto non sulla Luna di Miele che da molti viene considerata come il viaggio della vita, quello per il quale vale la pena spendere molti soldi e quello che ci porterà a conoscere dei loughi che altrimenti non si sarebbero mai potuti vedere.

L’Italia è e rimane una delle mete preferite di tutti gli sposini stranieri, che così possono combinare arte, cucina e relax. Ma gli italiani, invece, dove vanno?

Secondo i dati diffusi da CartOrange – Viaggi su misura, azienda relativamente giovane specializzata proprio nell’organizzazione dei viaggi di nozze, gli italiani hanno come destinazione prediletta per la luna di miele gli Stati Uniti. Gli States vengono scelti da circa il 25% dei novelli sposi, mentre son circa il 15% coloro che decidono di partire per mete esotiche e lontanissime come la Polinesia e l’Australia.

In questi ultimi anni si stanno anche diffondendo delle nuove mete  che stanno rapidamente entrando nel sogno degli sposi: le principali destinazioni emergenti sono il Sud Africa, che negli ultimi anni ha visto un incremento del 4%, e, in modo particolare l’Argentina.

Ma non cambiano solo le destinazioni. Un cambiamento si percepisce anche nella modalità del viaggio: sempre meno crociere (che forse risentono anche della crisi generale del settore) e, soprattutto per gli sposini del nord Italia, si è manifestata una predilezione nella scelta di viaggi itineranti che toccano diverse zone.