Viaggiare in aereo ha i suoi pro e i suoi contro. Nonostante si tratti di un mezzo molto sicuro, forse il più sicuro attualmente in circolo, è pur vero che quando accade un disastro aereo ci sono poche speranze per quanti vi erano a bordo.

Episodi catastrofici hanno colpito molto duramente nel corso degli anni anche il mondo dello sport, il sito specializzato Eurosport ne ha segnalati alcuni, i più disastrosi.

4 maggio 1949, Superga. il ‘Grande Torino’ di Valentino Mazzola, nel viaggio di ritorno da Lisbona, dove aveva disputato una partita amichevole contro il Benfica.

L”aereo  si schiantò contro il terrapieno posteriore della Basilica di Superga. Nell’incidente morirono tutti i passeggeri.

5 gennaio 1950. Russia centrale. Nell’incidente aereo persero la vita 19 persone, l’intero team di hockey su ghiaccio del VVS Mosca, squadra sportiva dell’aviazione militare  sovietica.

6 febbraio 1958. Monaco. All’aeroporto di Monaco, nella Germania Ovest, si trovarono coinvolti nell’incidente i giocatori del Manchester United passati alla storia con il nome di Busby Babes. Il nome arrivava dal fatto che i giocatori, cresciuti nelle giovanili del Manchester sotto la guida dell’allenatore Matt Busby passarono in toto alla prima squadra.

7 settembre 2011. Russia. La squadra di hockey su ghiaccio russa del Lokomotiv Yaroslavl, è stata coinvolta in un incidente aereo in cui hanno perso la vita 43 persone delle 45.  Gli unici due superstiti sarebbero un assistente di volo e il giocatore Alexandre Galimov, le cui condizioni sono comunque drammatiche.