Partire per un vacanza con i bambini è sicuramente complicato. Bisogna portare con sé bagagli aggiuntivi, passeggini, medicine, seggioloni… Può diventare veramente un’impresa, soprattutto se, per raggiungere la destinazione prescelta, bisogna salire su un aereo. L’intralcio dei bagagli, l’ansia che vostro figlio possa soffrire durante il volo sono tutte preoccupazioni legittime; senza contare che spesso non si trovano nemmeno offerte o promozioni convenienti a livello economico per i più piccoli.

Kayak.it, il motore di ricerca di viaggi, ha deciso così di fare un regalo a tutti i genitori comparando le offerte, i prezzi e le promozioni offerte dalle maggiori compagnie aeree. Avendo il quadro completo dei costi potrete almeno levarvi un pensiero e scegliere di volare con chi preferite.

Bambini in aereo: le tariffe

  • easyJet: mamma e papà con un figlio di massimo 2 anni, possono decidere di viaggiare con il piccolino in braccio e, la tariffa da pagare, standard, è di 28 euro a tratta. Il che può essere conveniente per un viaggio dispendioso, ma in caso contrario potreste pagare di più per il piccolo che non per voi. In quel caso se si vuole acquistare un posto a sedere normale, il costo può essere più conveniente.
  • Ryanair: i genitori che decidono di volare con questa compagnia possono trovarsi davanti a delle situazioni “strane”. Se infatti i bambini fino ai 2 anni vengono tenuti in braccio, c’è una tariffa fissa di 20 euro. Considerando che spesso si trovano tariffe ben inferiori a questa cifra potrebbe capitare di spendere più per vostro figlio che per voi. Se invece volete comprare un posto a sedere la tariffa equivale a quella di un adulto, ma la compagnia non mette a disposizione dei seggiolini per i più piccoli, quindi i genitori dovranno salire a bordo attrezzati. Nota positiva? Il passeggino si può imbarcare in stiva senza costi aggiuntivi.
  • Vueling: viaggiare con questa compagnia e con un bimbo significa, se decidete di tenerlo in braccio per tutta la tratta, pagare 25euro, se ha meno di 2 anni di età. In caso sia più grande potete ovviamente acquistare un posto aereo normale e pagherete come se fosse un adulto: niente sconti.
  • Lufthansa: questa compagnia anche se per gli adulti può avere prezzi maggiori rispetto a una classica low cost è in realtà molto coveniente per i bambini: quelli fino a 2 anni che volano seduti in braccio a mamma o papà non pagano niente. Se invece decidete di acquistare un posto per vostro figlio ci sono sconti del 25% rispetto al biglietto pieno. Per i bagagli? Zero pensieri, per quelli dei più piccoli: sono compresi nel prezzo del biglietto.
  • Alitalia: anche la compagnia di bandiera nostrana si fa notare per il trattamento riservato ai più piccoli. I bambini fino ai 24 mesi che viaggiano in braccio pagano l’80% in meno rispetto al biglietto pieno, mentre, se si vuole acquistare un posto c’è uno sconto del 20%.