Quando si è in procinto di partire si pensa subito a due cose: soldi e documenti. Tra questi ultimi però molto spesso è sottovalutata l’importanza di quelli sanitari.

Ricordate sempre di portare con voi la tessera sanitaria (o la Carta dei Servizi ) a seconda della regione in cui vivete.

Questa tessera permette infatti di esercitare il diritto nei paesi esteri delle cure mediche di cui si ha bisogno.

Rispetto al passato si tratta di un passo avanti. Con la tessera sanitaria infatti si tagliano i tempi burocratici della richiesta della documentazione utile.

Questo tuttavia nei paesi che fanno parte dell’Unione Europea, per tutti gli altri paesi la questione è un po’ più articolata.

Per Argentina, Tunisia e Brasile sono stati creati modelli assistenziali ad hoc: i moduli per la richiesta possono essere ritirati presso le Asl.

In altri paesi come gli Stati Uniti non  stato siglato alcun accordo bilaterale con il nostro apese, quindi se si vuol stare al sicuro sarà bene stipulare per conto nostro un’assicurazione sanitaria.

Esiste un servizio web attraverso il sito di Medical Passaport che permette di stampare una sorta di cartella clinica da portare con sé traducibile i dieci diverse lingue. Si tratta di un servizio di cartella clinica disponibile 365 giorni l’anno e 24 ore su 24. L’indirizzo del sito è www.medical-passaport.it .