La seconda indagine dell’Osservatorio permanente sul turismo in camper e all’aria aperta condotta dal Ciset (Centro internazionale di Studi sull’economia turistica) dell’Università Cà Foscari di Venezia, ha registrato le tendenze  ed esigenze dei così detti ‘turisti itineranti’.

Lo spaccato che ne esce è questo: l’età media del turista che viaggia in camper è compresa tra i 44 e i 64 anni (il 47%), mentre solo il 19% ha un’età superiore ai 64 anni.

I giovani preferiscono la tenda e le famiglie la roulotte, in questi casi infatti le percentuali registrate sono del 31% tra i 35 e i 44 anni e del 27% al di sotto dei 35 anni.

La tipologia di vacanza rimane sempre quella legata al mare, che viene scelta dal 36% dei viaggiatori, seguita dal lago (25%) e dal soggiorno culturale in città d’arte (16%). Quest’ultimo dato è in calo rispetto al 2009.

Le città che vedono più campeggiatori sono Venezia, Verona, Brescia e Trento per la vicinanza con il mare e il lago di Garda, nonché per le vicine montagne.

Altre città che incontrano i campeggiatori durante il loro viaggio sono Ancona, per il porto che la collega  alla Croazia e  Grecia, e poi Trieste e Genova.

Una curiosità: tra i viaggiatori stranieri che arrivano a campeggiare in Italia ci sono tedeschi, olandesi, austriaci e francesi Germania, Olanda, Austria e Francia.