Lo Zimbabwe si trova nell’Africa meridionale, fra il grande fiume dello Zambesi e il Limpopo; lo Zimbawe non è bagnato dal mare, e lo stato confina con lo Zambia a Nord, col il Mozambico ad Est, con il Sudafrica a Sud ed a ovest con il Botswana. La sua popolazione è di circa 13.200.000 abitanti, ed ha una superficie di circa 390.000 chilometri quadrati; la capitale dello Zimbawe è Harare, e si parla come lingua ufficiale l’inglese, con anche delle percentuali elevati di lingua bantu, tra cui il shona e il ndebele.

E’ un paese molto interessante da visitare, con anche diverse cose di tipo culturale; fra le tante si può far visita alla National Gallery, una bella pinacoteca per ammirare diverse collezione di oggetti che parlano della storia del paese, con molte collezioni di sculture. Altro museo molto interessante, è il museo della Regina Victoria assiema alla biblioteca nazionale sempre dedicata alla Regina Victoria. Il paese come molti altri dell’Africa, è pieno di parchi naturali, dov’è molto bello fare determinate escursioni, come ad esempio al giardino botanico del paese, dove sono ospitate circa 900 specie fra alberi e piante presenti in questo paese. Dirigendosi a Mukuvisi, c’è un altro grande parco, dove si possono vedere fra i più belli animali africani, come leoni, uccelli, giraffe, iene, impala, leopardi e tanti altri.

La cucina dello Zimbawe è anche abbastanza buona, con tanti ristoranti tipici, ma dove mangiare anche prodotti italiani, e messicani. Piatto tipico è la zuppa di impala e carne di coccodrillo. Atro piatto tipico di queste parti è il sadza, ovvero un porridge di mais, che si mangia con alri condimenti. Molto buona è la zucca gem, cucinata lessa, o tritata con delle sottili sfoglie, che viene mangiata con diverse verdure.

Per quanto riguarda gli spostamenti, ci si muove in autobus, molto utilizzati dai turisti, ed altri automezzi più usati invece dalla persone locali. E’ possible anche noleggiare della autovetture o delle Jeep.

Il clima dello Zimbawe è tropicale, dove si presentano due stagioni, di cui una secca da aprile fino ad ottobre, e una più piovosa da novembre fino a marzo. Per visitare il paese, è consigliabile andare verso la stagione secca.

La vita notturna è anche divertente, essendoci tanti locali anche di tipo occidentali, ma è sempre meglio andare accompagnati.

Per arrivare in Zimbawe si atterra alla capitale di Harare. Dall’Italia non ci sono voli diretti, ed è necessario fare scalo, a volte anche a Johannesburg.