Conakry è la capitale dello stato del Guinea ed è anche la città più popolata. E’ una città con un importante porto sull’Oceano Atlantico, e si estende sul lembo settentrionale dell’isola Tombo. Conakry è stata una colonia francese nel 1890, che ha ottenuto l’indipendenza nel 1958. E’ la città più ricca del paese, in quanto sono presenti diverse risorse minerarie, e per una parte minima è attiva anche l’agricoltura.

Conakry è una città che presenta alcune cose da visitare; è una città che è sempre stata piuttosto povera, dove la maggior parte delle costruzioni erano costituite da case vecchie, ma attualmente il paese sta diventando un po’ più moderno. Il problema della sua povertà passata, è che Conakry ha subito nel corso della sua storia diversi conflitti e guerre civili, sia interni e sia con paesi attigui come la Sierra Leone. La città come tutta la Guinea, sarebbe molto bella da visitare, soprattutto per le sue tante bellezze naturali, ma questi gravi problemi sociali hanno fatto si che il turismo non si sviluppasse nella maniera giusta. Per quanto riguarda le bellezze naturali, molto interessante da visitare è la regione montuosa di Fouta Djalon.

La cucina di Conakry è molto semplice; tra i piatti locali, molto conosciuti sono le brochettes, che sono degli spiedini alla carne, anche buoni. Si mangia molto il pesce, che viene cucinato quasi sempre alla griglia, e che viene pescato nei fiumi del paese. Essendo una cucina comunque piuttosto povera, si mangiano anche prodotti tipo noccioline, arachidi e qualche tipo di frutta, che si possono acquistare in svariate bancarelle presenti in città. Si mangia anche molto il riso.

Il sistema dei trasporti pubblici è molto arretrato; c’è anche la possibilità di muoversi anche in treno ma il servizio non è per niente efficiente. Si può usare anche la macchina ma la maggior parte delle strade non sono in buone condizioni.

Il clima di Conakry è di tipo tropicale; c’è una stagione delle piogge che dura circa 6 mesi , da aprile a novembre, con temperature molto alte con un tasso di umidità molto alto. Il periodo migliore per visitare Conakry, è quello che va da novembre fino a marzo, periodo che corrisponde con la stagione secca.

La vita notturna a Conakry è scarsa; non si viene di sicuro in questa città per divertirsi, in quanto sono anche molto scarse le strutture turistiche. La città si sta comunque pian piano si sta rendendo più moderna.

Per arrivare a Conakry non ci sono voli diretti dall’Italia, ma bisogna necessariamente fare scalo, in altri paesi dell’Africa.