Agadir è una città del Marocco meridionale, ed è il capoluogo della Prefettura di Agadir-Ida ou Tanane, che si trova nella regione di Souss-Massa-Draâ. Agadir è bagnata dall’Oceano Atlantico, ed è ubicata ai piedi dei monti dell’Atlante, vicino al fiume Sous che sfocia nell’oceano.
E’una città molto anticha che è stata fondata nel 1505, e come avvenimento storico si può anche ricordare il violento terremoto del 1960 che distrusse la città, dove morirono più di 15.000 persone.

Agadir si trova anche in una zona mineraria molto ricca di cobalto, zinco e manganese che vengono esportati dal porto della città. Un altro elemento molto importante nell’economia di questa città è sicuramente il turismo, dove migliaia di turisti la vengono a visitare ogni anno; rilevante è anche la pesca, e la lavorazione del pesce.

In città si possono visitare tante cose; si possono fare delle bellissime escursioni nella zona interna dell’anti atlante, e anche molte gite nel deserto del Sahara occidentale, abbastanza vicino. Ci si sposta in automobile, ed ancora meglio con la Jeep, che è ideale per fare le escursioni nel deserto, e nelle tante strade sterrate. E’indispensabile la patente internazionale, ed è meglio affidarsi ad una guida.

Da visitare sicuramente il parco naturale nazionale del Sous-Massa, dove si possono ammirare molte specie di volatili assieme a diverse animali selvatici. Camminando lungo questa zona è possible raggiungere Tiznit, che è stata costruita nel 1882 e si caratterizzata da pietre rosa che compongono questa città.

Ad Agadir, anche causa del terremoto del 1960, sono rimaste alcuen moschee diroccate e delle rovine dell’antica kasbah vicino alla sommità della collina di Cap Ghir. La costa è molto bella; Il mare è sempre calmo, soprattutto nell’insenatura sopra Agadir, è sempre caldo e pieno di bellissimi coralli e pesci colorati, un vero un paradiso per i subacquei.

Agadir si caratterizza anche per una cucina molto saporita, per le molte spezie che vengono utilizzate; alcuni piatti tipici sono la Frittella Beghrir o le Frittelle M’semmen al cartoccio, il Ghoriba con mandorle ed amaretti, l’ Harcha o le frittelle di semolino. Si usa molto friggere tutti gli alimenti, come le verdure e il semolino che sono gli alimenti basilari. Non si mangia tanta carne, ma si trova nei ristoranti internazionali, soprattutto la carne di manzo.

Per i divertimenti notturni, Il porto è uno dei posti con la vita più intensa, pieno di chioschi, e molto visitati dai turisti. Anche di sera le spiagge sono molto frequentate, ma è sempre meglio andarci in compangia per evitare malintenzionati.

Per arrivare ad Agadir il viaggio è abbastanza veloce, con circa 4 ore di vole. Si vole con la Royal Air Maroc partendo da Roma o da Milano.