Ekaterinburg è una città della Russia, capoluogo dell’Oblast di Sverdlovsk. La città sorge sulla parte asiatica degli Urali, ed è anche considerata il principale centro industriale e culturale della regione degli Urali. Questa città ha una popolazione di circa 1.360.000 abitanti , ed è la quarta città della Russia per quanto è popolata.

La città un tempo si chiamava Sverdlovsk, in onore del bolscevico Jakov Michajlovič Sverdlov; è stata fondata nel 1723 da Vasilij Tatiščev e intitolata alla Grande Martire Caterina, Santa Patrona e moglie dello zar Pietro il Grande, Caterina I di Russia. E’ sempre stata un grande centro industriale della Russia, con diverse fabbriche di macchinari pesanti della Uralmash, la più grande d’Europa. Ekaterinburg si trova a circa 1.600 km da Mosca ed è proprio sul confine tra la Russia Europea e quella asiatica.

In questa città non ci sono tante cose da vedere; è una città da visitare anche per la pratica degli sport invernali, come fare gite con la motoslitta, e con le slitte trainate da cani. Si può anche sciare e pattinare in inverno, e fare belle escursioni sulle montagne. Ekaterinburg offre anche tanti musei e diversi teatri, e anche per la vita notturna discoteche, club e ristoranti. Si può visitare anche la diga di Plotinka, costruita nel 1723, attualmente un impressionante monumento industriale del XVIII secolo. Da visitare anche il Museo di Storia di Architettura degli Urali, ed il Museo della Natura.

Ad Ekaterinburg si mangiano diversi prodotti tipici russi, e molti piatti di carne, e tanti prodotti di montagna. Si mangiano molto anche cereali, ortaggi, che vengono utilizzati anche per preparare zuppe, polente, e diversi altri prodotti. Molto buona è anche la zuppa di botvin’ja, e il rassol’nik.
Per gli spostamenti ci si può muovere in macchina, e anche in treno.

Ekaterinburg è anche un importante snodo ferroviario, con treni che vanno verso gli Urali e anche in altre zone delle Russia; parlando di treni molto conosciuta è la Transiberiana, la più lunga ferrovia del mondo. La dispone anche di una rete metropolitana con una sola linea.

Il questa città, il clima è molto freddo e lungo; la temperatura invernale è sempre molto sotto lo zero, anche a temperature molto molto basse. L’estate è invece corta e dura solo due mesi, da giugno e luglio con temperature che vanno sui circa 20 gradi. Questo è il periodo consigliabile per visitare la città.

Ad Ekaterinburg non ci sono tante cose da fare come vita notturna. Ci sono molti ristoranti dove mangiare i prodotti locali, alcuni pub dove bere anche la famosa vodka. E’ presente anche qualche discoteca.

Per arrivare ad Ekaterinburg ci si serve di due aeroporti: uno internazionale l’Aeroporto Internazionale di Kol’covo e il secondo che viene utilizzato per i voli interni ed i voli charter, l’Aeroporto Regionale Uktus. Per in città, bisogna fare scalo a Mosca