Granada è una città della Spagna, il capoluogo dell’omonima provincia andalusa. Granada è molto vicina alle montagne della Sierra Nevada, sulla confluenza dei fiumi Darro, affluente del Genil.

Nonostante sia vicina al mare, il suo clima è secco e di tipo continentale. Piove di rado e le sue alte montagne della Sierra Nevada non permettono che il mare mitighi il suo clima. Durante la stagione invernale le temperature molto spesso scendono sotto lo zero; durante la stagione estiva le temperature sono quasi sempre sopra i trenta gradi.

Ci sono tante cosa da visitare a Granada, e in questa bellissima zona della Spagna. Uno dei monumenti più celebri di Granada, è l’Alhambra, che è divisa tre parti: Alcazaba, Casa Reale o Alcazar con i suoi bellissimi giardini, ed l’Alhambra alta o anche Quartiere degli Artigiani del Popolo, che ha un estensione di circa 104.000 metri quadrati.

Questa fortezza un tempo era fiancheggiata da trecento torri, dove quattro di queste sono attualmente le porte d’ingresso al recinto. Molto interessanti sono le sale con delle caratteristiche decorazioni arabescate, sia del palazzo pubblico che quello privato. Molto caratteristici sono i cortili, dove uno dei quali è chiamato “cortile dei mirti”, per le sue piante di mirto che segnano l’interno pieno di acqua, ed un altro, che si trova al centro dell’harem, che viene chiamato “dei leoni” per la sua fontana centrale, dove la vasca viene sorretta da dodici leoni.
Considerzione importante è che L’Alhambra è stata candidata dalla Spagna, per concorrere per l’elezione delle 7 meraviglie del mondo moderno nel 2007.

Molto interessante è anche il Museo Archeologico di Granada, che si trova nella Casa del Castril, consdierato uno dei più bei palazzi rinascimentali di tutta la città. Questo museo ha una bellissima facciata plateresca, con una bella scala coperta ed un soffitto a cassettoni. In molte sale del museo, ci sono esposti diversi resti archeologici di Granada e della sua provincia, sin dai primi popoli che hanno popolato questa zona.

Interessante è anche il Monastero di San Girolamo, risalente al 1496, che è provvisto di un bel grande chiostro, circondato da diverse colonne e da archi. Sul chiostro sono presenti diversi portali platereschi e rinascimentali. Da visitare anche
il Monastero della Cartuja, del XVI secolo, che rappresenta uno degli esempi più belli di barocco andaluso.

Molto bella è anche la Chiesa di San Giovanni di Dio, che è una delle chiese più belle della città che è stata realizzata fra il 1737 ed il 1759, con una facciata che si trova fra due torri che si innalzano sui lati, e la chiesa di Santa Anna, costruita nel XVI secolo con uno stile mudéjar.

Per arrivare a Granada, si arriva all’aeroporto nazionale Federico Garcìa Lorca che si trova a airca 17 km dalla città. Questo aeroporto ospita molti voli internazionali, anche se è di piccole dimensioni. Se non si riuscisse a trovare posto con il volo per Granada, si può atterrare all’ aeroporto internazionale della Costa del Sol a Malaga, che si trova a circa 130 km. Si può arrivare anche in treno o percorrendo l’autostrada.

Il momento migliore per visitare questa città, è la stagione estiva quando le temperature sono più piacevoli.

Un’altra zona da non perdere, è quella della Sierra Nevada a sud-est di Granada; è considerata la più alta catena montuosa in Europa, dopo le Alpi. E’ un’area protetta che comprende circa 862 km quadrati di fiumi, di gole spettacolari, di pendii rocciosi, di laghi ghiacciati e di splendide coltivazioni ricche di mandorli con tante altre piante.

E’ un Parco Nazionale dal 1998, ed è una delle aree protette che sono presenti in Andalusia, che è stato dichiarato Riserva della Biosfera dall’Unesco nel 1986, per la sua grande bio-diversità fra piante, uccelli ed altre specie animali. In questo parco ci sono più di 20 vette che superano i 3000 metri.