Timbuctu è una città del Mali, la più antica del paese,  considerata una dei più importanti sultanati. E’ una città che vale la pena di visitare alemeno una volta in quanto è molto interessante, e particolare, ed è stata anche  dichiarata Patrimonio dell’umanità dall’Unesco ed si è candidata  come una delle ; Timbuctu è trova a pochi chilometri a dal fiume Niger, molto vicino al deserto del Sahara. Il territorio è pianeggiante, molto  arido e sabbioso.

Timbuctu è molto conosciuta per le sue bellissime moschee; era sicuramente più bella nell’antichità ma è rimasta comunque una città affascinante.  La particolarità che colpisce subito, sono le tante  costruzioni che sono praticamente  del medesimo colore delle strade, perché le case sono per lo più fatte con il fango solidificato. Come detto,  Timbuctu è molto conosciuta per le moschee, fra cui spicca la moschea di Sankoré, eretta ai tempi dell’impero mandingo. Da visitare anche la moschea di Djinguereber; questa è la moschea più antica, tanto  che risale al XIII secolo.

La cucina di Timbuctu è molto semplice; i piatti  principali sono costituiti da  riso e miglio, con anche tanti cereali. Come condimento a questi piatti, vengono usate tante salse, composte  foglie di spinaci,  foglie di baobab. Anche il pomodoro è diffuso, con anche la salsa di arachidi. Si mangiano anche alcuni piatti di carne soprattutto di  manzo, ma anche  carne bianca soprattutto di pollo.

A Timbuctu è non semplicissimo muoversi; le strade non sono tenute bene, e sono
per lo più sterrate. Si usano molte imbarcazioni, per  attraversare il fiume Niger. Si usano anche dei pulmini, e per il deserto, si usano  i cammelli.

Il clima è molto caldo e arido,  subtropicale, per la vicinanza del deserto, per la sua latitudine, e perché il paese non è  sul mare. Non è presente un periodo migliore
per visitare questa zona del mondo, perché fa sempre molto caldo.

Timbuctu non  ha una vera e propria vita;  le strutture turistiche sono poche, anche se la situazione sta un pochino migliorando.

Per arrivare a Timbuctu,  si fa scalo in Marocco con  l’Air France o la Royal Air
Marocco, partendo da Roma, Milano, o anche  Bologna. Si fa scalo anche a Tripoli partendo da Roma.