Il Veneto ci ha sempre affascinato, è una regione ricca di tutto, dal mare alla montagna, dalla collina a città storicamente e culturalmente rilevanti.
Tra queste c’è Vicenza, che abbiamo voluto visitare l’anno scorso, in una mite giornata autunnale.
Per chi ancora non lo sapesse, la città è inserita nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco per aver conservato al meglio, fino ad oggi, chiese antiche, monumenti e meravigliosi Palazzi.
Piazza dei Signori è il fulcro di Vicenza, cuore storico e architettonico della città, ricco di monumenti tra cui la splendida Basilica Palladiana, una grande testimonianza medievale e l’imponente Torre di Piazza.
Abbiamo percorso poi il famoso Corso Andrea Palladio partendo da Piazza Castello: ai lati della strada abbiamo potuto ammirare palazzi palladiani, tra cui il Palazzo Valmarana, il Palazzo Ca d’Oro e la Casa-museo del celebre architetto.
Dopo aver pranzato in un ristorantino tipico assaggiando piatti locali tra cui la deliziosa pearà (piatto veronese per eccellenza) abbiamo passeggiato lungo i viali dei Giardini Salvi tra logge, ville palladiane, antiche mura e una vegetazione rigogliosa.
Prima di ripartire verso casa abbiamo fatto una toccata e fuga al Palazzo Chiericati, meraviglioso edificio residenziale sempre costruito da Andrea Palladio, concludendo che questo geniale architetto ha lasciato un segno indelebile in tutta Vicenza.

photo credit: andrea.drago via photopin cc