Bratislava è la capitale della Slovacchia, con una popolazione di circa 430.000 abitanti, che si trova a sud-ovest del paese, vicino al confine con l’Austria e l’Ungheria, che si estende lungo il Danubio.
All’inizio della sua storia questa città prendeva il nome Pressburg, tanto che il nome di Bratislava fu dato ufficialmente nel 1919. E’ una città molto antica, dove il centro storico ha circa 4.000 anni, tanto che ci furono anche i romani che si stanziarono in questa città, con anche altri popoli negli anni a seguire, soprattutto diverse popolazioni slave. Più avanti nel tempo, e precisamente nel X secolo arrivarono i magiari, fino allo scoppio della I Guerra Mondiale. Alla fine del conflitto, la città inizò a far parte della nuova Cecoslovacchia.

Bratislava è una bella città, che va visitata globalmente e soprattutto a piedi per godere a pieno le sue bellezze, per ammirare lo starè mesto, ovvero la “città vecchia”, con anche l’area limitrofa al castello. Questa zona è compresa fra il quartiere di Hlavnè nàm e il lungo Danubio, ed è probabilmente la zona più ricca di attrazioni.

Uno dei simboli di questa città è il Castello di Bratislava, che domina la collina sovrastante;
questo castello è stata la sede dei reali d’Ungheria, quando ci fu l’occupazione turca di Budapest, ed è stato anche distrutto da un incendio nel 1811.
Molte zone che si possono vedere oggi, sono delle ricostruzioni che risalgono agli anni ’50. In questo complesso tra l’altro si trova anche il Museo Storico, dove durante la visita si sale fino alla cima della korunnà veza, ovvero la “torre della corona”; qui all’interno si trova anche il Museo della Musica. Molto bello da vistare è anche il Castello di Devin, che si può raggiungere in barca od anche in autobus, visto che è a nove chilometri circa dal centro.

Lungo la collina del castello sono presenti un serie di vecchie abitazioni, che sono quello che rimane dell’ex quartiere ebraico; in mezzo a queste case, è da considerare quella che è considerata la casa più “sottile” dell’Europa centrale, dove al suo interno si trova il piccolo Museo degli Orologi che, con il Museo della Cultura Ebraica, rappresenta una delle principali attrazione di questo quartiere.
Andando avanti verso la zona pedonale della città vecchia, si potrà ammirare un piccolo Monumento in ricordo dell’Olocausto, vicino al quale si erge la Cattedrale di San Martino, che è stata realizzata in stile gotico verso il XIV secolo.
Se si prosegue la passeggiata si arriva alle sponde del Danubio, che sono costeggiate da lunghi bei viali, molto piacevoli ed ombreggiati. Nel centro che è molto bello da visitare, si può visitare anche la Galleria Nazionale Slovacca, dove si può ammirare la più grande collezione d’arte di questo paese.
Sempre in centro, vale la pena di visitare anche il neobarocco Teatro Nazionale Slovacco, che è il principale edificio della città, che è stato ultimato nel 1886.

Sempre nel centro storico della città vecchia, ci sono alcuni bellissimi palazzi barocchi che sono stati costruiti quando gli ungheresi stanziarono qui la loro capitale. Oltre a tutti questi edifici da segnalare anche Hlavnè nàm, la piazza che un tempo ere il mercato principale della città, e che ancora oggi attira molti turisti per le sue bancarelle di prodotti artigianali, che si svolgono durante i mercatini di Natale. In questa piazza è da visitare anche una bellissima fontana, che è un altro motivo di gran vanto per Hlavnè nàm.

Il clima di questa città, è di tipo continentale, che si divide in quattro stagioni. Il mese più freddo è sicuramente a gennaio, dove le temperature si aggiranno attorno ai -3; il mese più caldo è luglio, dove le temperature medie arrivano sui 26 gradi.