Ciudad Rodrigo è una delle città considerate fra le più ricche storia di tutta la Spagna; questa città si trova sopra una collina, sulla riva destra del fiume Águeda: è una città dove sono passati diversi popoli, come i vettoni che si scontrarono contro i Romani, dove dimorarono anche gli arabi, anche se non sono rimaste tante testimonianze della loro presenza.
Il suo nome venne preso nell’anno 1100 quando il conte Rodrigo González Girón la colonizzò; nella seconda metà del XII secolo il re Fernando II di Leon costruì una muraglia, ricostruì anche l’antico ponte romano sul fiume Águeda, e stabilì qui la sede episcopale, ordinando che venisse edificata la Cattedrale. Verso i secoli XV e XVI, furono eretti e ristrutturati i monumenti più importanti della città.
Ciudad Rodrigo è anche un città che è stata coninvolta da molte guerre, anche quelle relative all’indipendenza, dove vennero distrutti la maggior parte del complesso monumentale, anche se nonostante tutto, il turista avrà la possibilità di ammirare opere d’arte pregevoli,

La visita può cominciare dalla Cattedrale, costruita attorno al 1165, e che è riamasta incompiuta fino al 1550; è una cattedrale che presenta diversi stili, dove risaltano una volta a spicchi che ricopre la cappella maggiore, che è stato opera con tutta probabilità da Rodrigo Gil de Hontañón. Vicino a questa cattedrale, si trova anche la Cappella del Marchese di Cerralbo; è un opera classica che è fedele ai canoni di Juan de Herrera, dove il suo interno è veramente molto bello.

Molto interessante nella zona alta della città, è il Castello di Enrique II, da dove si vede tutta la valle del fiume Águeda. Questo castello è stato costruito dal re che gli dette il suo nome nel 1372, e che merita attenzione per la sua torre del giuramento. In questo momento viene utilizzato come Parador de Turismo, ovvero Albergo Statale. Qui è possibile alloggiare in un luogo molto bello, con anche il piacere di provare i piatti tipici della zona, fra cui anche a chanfaina, un piatto di carne, od anche le uova fritte che vegono accompagnate da farinato, con la salsiccia di pane e sugna.

Ci sono anche molti palazzi ed edifici importanti, che risalgono principalmente verso il XV ed il XVI secolo: alcuni sono perfettamente conservarti ma è vietato entrarci, e per altri è rimasto in piedi solo una facciata. I palazzi più belli sono quelli del Municipio, la Casa Águila, il Palazzo Moctezuma, il Palazzo Montarro, la bella Casa Vázquez e tanti altri che danno tutti testimonianza del grande passato della città. Ci sono anche dei bellissimi esempi di architettura ecclesiastica, come San Agustín, San Pedro, e la chiesa delle Francescane Scalze.

Si possono anche ammirare dei bellissimi paesaggi camminando lungo la muraglia, che è stata ricostruita nel corso degli anni da quando venne eretta da Fernando II nel XII secolo.

E’ anche molto bello visitare la città nel periodo di carnevale, quando si potrà partecipare al denominato “Carnaval del Toro”, dove il toro fa la parte del protagonista.

Uno dei simobli di questa città, soprattutto per il suo passato, è il ponte Romano, che si incontra uscendo da Ciudad Rodrigo.