San Benedetto del Tronto è una bella città italiana di circa 50.000 abitanti, che fa parte della provincia di Ascoli Piceno nelle Marche, ed è la quinta città della regione per popolazione dopo le città di Ancona, di Pesaro, Fano ed Ascoli Piceno.
Se si considerano i 23 comuni dell’intera area metropolitana, la popolazione sale a più di 170.000 abitanti.

Questa città è soprannominata Riviera delle Palme, dopo che è nato il consorzio turistico, che richiama turisti da tutta Italia e non solo, ed è la più importante località turistica della regione quanto a numero di turisti.

Bisogna anche considerare che dal 1999 la città viene insignita regolarmente con il titolo di Bandiera Blu con stella, ovvero il riconoscimento che la FEE rilascia alle città costiere europee che seguono i criteri di qualità che sono relativi a parametri di balneazione, al servizio offerto, come può anche essere la pulizia delle spiagge, e le strutture turistiche.

Come avvenimento storico relativamente recente, si possono anche ricordare i tempi della seconda guerra mondiale, fra il 1943 ed il 1944, quando la città venne più volte attaccata, sia dai bombardamenti ma anche da attacchi a terra. Nell’immediato dopoguerra, ci è stata una forte rinascita economica che va dall’industria peschereccia, dal turismo, che ha fatto di questa città una delle meta più frequentate delle Marche.

Tutto il litorale di S. Benedetto è esteso per più di cinque chilometri, ed è stato anche definito come la «riviera più mediterranea dell’Adriatico»; una delle prime cose che si può segnalare, è il centro storico che culmina sulla cima del colle con il suo Castello medievale, ovviamente senza dimenticare la Torre dei Gualtieri che risale al XIII secolo. Nella quartiere Salario, vicino a Villa Laureati, si trova anche invece la Torre Guelfa, che faceva anch’essa parte di un forte che è stato distrutto a metà del XIV secolo.

A San Benedetto del Tronto, si possono visitare anche degli interessanti musei, che sono soprattutto legate al mare, come Museo delle Anfore, dove si potranno ammirare reperti che provengono dai fondali del Mediterraneo, e che sono stati ripescati in svariati decenni di attività marinara; si potrà visitare anche il Museo della pesca, un museo legato particolarmente al mondo marino, il Museo Ittico nato nel 1956 dove sono ospitate collezioni di più di novemila esemplari fra fossili ed organismi marini, e che si trova vicino al mercato comunale del pesce.

Da visitare anche l’Antiquarium Truentinum, un museo dove si ripercorre la storia delle civiltà picena e romana che hanno vissuto qui negli scorsi millenni.

San Benedetto del Tronto si anima grazie alle sue tante manifestazioni che si organizzano durante l’anno. Durante il periodo estivo, si ricorda l’“Agosto in piazza”, che tratta una serie di manifestazioni culturali, dove si svolgono concerti di musica classica, la presentazioni di film e con rappresentazioni teatrali all’aperto. Si ricorda anche La Festa della Madonna della Marina, che si tiene l’ultima domenica di luglio, che termina con uno spettacolo dei fuochi d’artificio.

Una cosa che si può fare, è anche visitare i dintorni della città, ed in particolare Acquaviva Picena, che è circondata da bellissimi paesaggi ed oliveti; è stata fondata in epoca carolingia, e fu anche un castello molto ambito dai Fermani e dagli Ascolani; attualmente quel che rimane è un imponente Rocca trecentesca.

Per raggiungere la città si può percorrere l’autostrada A14 ed uscire ad Ascoli Piceno-S.Benedetto o a Grottammare; per chi viene da Roma, si può percorrere la A24 Roma-L’Aquila e seguire per Giulianova prima di entrare nella A14.