Seoul è la capitale della Corea del Sud, una città considerata piuttosto antica, tanto che si da un’età di circa 600 anni, con una popolazione di oltre 10.000.000 di abitanti. Questa città è anche considerata come un simbolo di una potenza economica a livello mondiale come la Corea del Sud; è una città molto ricca praticamente sotto ogni aspetto, sia socialmente e culturalmente, dal punto di vista architettonico, politico ed anche artistico.
Seoul ha un alto tenore di vita, come lo si può capire anche facendo shopping nelle boutique dai marchi più importanti, dai suoi lussuosi ristoranti, ed anche con i sempre più tecnologici prodotti nel campo dell’elettronica e dell’informatica. Questa modernità ed apertura al mondo occidentale, non ha comunque cambiato le tradizioni e la cultura coreana, e lo si può evincere dai tradizionali palazzi coreani, dai templi e dai monumenti.

Seul è diventata la capitale della Corea, successivamente alla fondazione della dinastia Joseon fatta dal generale Yi Seong-gye nel 1392. Dal 1948 questa città è diventata la capitale della Corea del Sud.
Le principali attrazioni turistiche, sono si trovano nei quartieri di Gwanghwamun, Insadong e Tapgol Park. Il quartiere di Itaewon, è considerato il quartiere dello shopping ed anche del divertimento, che si trova a sud di Namsan; andando ancora più a sud si incontrerà il Fiume Han, dove si erge l’isola di Yeouido, un importante centro amministrativo. Nelle vicinanze si trova anche il moderno quartiere di Gangnam, dove al suo interno si trova anche il grande centro commerciale di COEX Mall, con l’Olympic Park ed il Lottle World.

Da visitare nella città di Gwanghwamun, il Gyeongbokgung, un bellissimo palazzo che è stato costruito dal re Taejo verso il XV secolo. Dentro questo grande complesso si trova il National Folk Museum, e all’esterno si potranno ammirare delle statue sciamaniche fatte in pietra con pali di legno, che un tempo servivano per la protezione dei villaggi. In questo stesso quartiere si possono anche visitare Deoksugung, ovvero il palazzo di re Seojo, dove all’interno si troveranno anche dei bei giardini, dei laghetti, e tante strutture architettoniche, fra cui una sala per concerti, un grande padiglione per il tè, e soprattutto due edifici neoclassici del XX secolo, dove in uno si trova il National Museum of Contemporary Art.

Da visitare anche Cheongwadae, la residenza del presidente, che è conosciuta anche come Blue House, un bel edificio bianco, che ha il tetto ricoperto di tegole blu; da vistare anche il Seoul Museum of Art, ovvero una bella galleria d’arte dove si possono ammirare delle mostre che sono dedicate a diversi stili di arte moderna.

Andando verso a Insadong si deve anche visitare Changdeokgung, un bellissimo palazzo che è stato anche inserito dall’UNESCO nel Patrimonio dell’Umanità; da vedere anche Changgyeonggung e Jongmyo, due edifici costruiti all’inizio del XV, e Unhyeongung, l’antica dimora di Heungseon Daewongun. Molto bello da visitare è anche Jogyesa, considerato il più grande tempio buddhista di Seul, che è stato costruito nel 1938.
Per rilassarsi si può anche passare la giornata a Tapgol Park, un bel parco che prende il suo nome da una grande pagoda in marmo di 10 gradini, alta 12 metri e costruita nel 1470.

Andando nella zona sud-orientale di Seoul, si troverà il quartiere di Myeong-dong, con la sua Seoul Tower, con molti ristoranti e negozi. In cima alla torre c’è una bella terrazza panoramica, che permette di ammirare una bellissima vista sul centro. La Seoul Tower è considerata uno dei simboli della città, assieme al Great South Gate di Namdaemun.

Per quanto riguarda il clima della città, ci sono importanti escursioni termiche fra l’estate e le altre stagioni, in quanto durante l’estate le temperature hanno una media di circa 28 gradi come temperature massime, e d’invero la temperatura è sempre sotto lo zero.

Per arrivare a Seoul, si atterra all’aeroporto internazionale Incheon, che si trova a 53 chilometri dal centro della città, che accoglie sia voli nazionali che internazionali
,